Mercato

21 gennaio 2015 | 15:37

Premio Cultura+Impresa 2014

La giuria del premio Cultura+Impresa 2014 nell’incontro di venerdì 16 gennaio presso la sede di Assolombarda, ha concluso i lavori di valutazione dei 15 + 5 progetti finalisti delle due categorie ‘sponsorizzazioni e partnership’ e ‘produzioni culturali d’impresa’, e annuncia i vincitori.

Come riporta il comunicato stampa, il primo premio va alla fondazione Ermanno Casoli di Ancona e ai suoi partner (Acraf, Elica, Gruppo 24Ore) con il progetto E-straordinario,  che ha al centro la cooperazione tra artisti e impresa per la formazione aziendale.

All’Abi– Associazione Bancaria Italiana – va il Primo Premio per le produzioni culturali d’impresa con il progetto Festival della cultura creativa.

Per la sezione Sponsorizzazioni e Partnership culturali, oltre al primo premio alla fondazione Ermanno Casoli, sono stati premiati i progetti:  ‘Kids Creative Lab – !Tessere! (collezione Peggy Guggenheim di Venezia + Ovs Spa); ‘Il teatro dei Luoghi Fest’ (cooperativa Koreja di Lecce + Caripuglia, teatro pubblico Pugliese, Comune di Lecce); ‘La Filarmonica della Scala incontra la città’  (Filarmonica della Scala di Milano + UniCredit Foundation & Unicredit); ‘The european dream – road to Bruxelles’  (associazione culturale Onthemove di Arezzo + Fai service).
Una menzione speciale è stata assegnata al progetto Pacco d’Artista (Giubiliarte + Poste Italiane) che vanta il punteggio più elevato nel parametro ‘Strategia e attivazione di un piano di comunicazione integrata’.

Per le produzioni culturali d’impresa oltre al primo premio assegnato all’Abi è stato premiato il progetto ‘Disegnami.it’ della Bracco Spa.

‘Questa seconda edizione del premio Cultura+Impresa – sottolinea Francesco Moneta, presidente del comitato non profit Cultura+Impresa che promuove l’iniziativa – ha visto incrementare considerevolmente la quantità e la qualità media dei progetti iscritti, confermando come la cultura possa essere adottata come efficace leva strategica della comunicazione d’impresa. Si è evidenziata la necessità di dotare entrambi i ‘sistemi’ degli operatori culturali e delle imprese di occasioni di formazione, informazione e confronto, in particolare su temi come la misurazione dell’efficacia delle partnership culturali, l’applicazione della cultura alle politiche di Csr,  la gestione efficace delle risorse economiche disponibili. Per questo motivo contiamo di organizzare alcuni workshop Cultura+Impresa insieme alle istituzioni territoriali che ne faranno richiesta’.

Oltre ai premi e ai relativi attestati, i progetti vincitori riceveranno opportunità gratuite di formazione professionale rese disponibili da Upa – Utenti Pubblicità Associati – Milano (un posto nella corso di alta formazione), fondazione Fitzcarraldo – Torino (un posto nel corso di perfezionamento per responsabili di progetti culturali);  Lumsa – Roma (un posto per uno dei moduli formativi su tematiche correlate al premio). La fondazione italiana Accenture si è resa disponibile a organizzare un seminario di analisi dei progetti vincitori, alla presenza dei protagonisti, dedicato ai giovani professionisti dei settori della produzione e management culturale e della comunicazione d’impresa.

I vincitori saranno protagonisti di un workshop di premiazione e confronto previsto entro il mese di marzo, a Milano.

Workshop con i figli dei dipendenti Elica con l’artista Marcello Maloberti