Cinema, Televisione

21 gennaio 2015 | 17:45

È il documentario d’arte più visto nella storia del cinema. ‘Musei Vaticani 3D’, prodotto da Sky, fa incassi da record in 56 Paesi del mondo

(ANSA) – Con oltre 160 mila spettatori in tutto il mondo e 1,5 milioni di euro al botteghino, Musei Vaticani 3D diventa il documentario d’arte più visto nella storia del cinema. Distribuito in più di 2 mila sale cinematografiche sparse in 56 paesi del mondo da Nexo Digital, il documentario sul museo simbolo della storia dell’arte è stato prodotto da Sky 3D e da Sky Arte in collaborazione con la Direzione dei Musei Vaticani.

Roberto Pisoni

Il documentario è un racconto tridimensionale che trasporta i telespettatori nel cuore dei Musei Vaticani e della Cappella Sistina, portando per la prima volta le più evolute tecnologie 3D/4K e quelle di dimensionalizzazione all’interno dei musei, per svelare grazie al 3D le opere d’arte più suggestive. Dopo la première su Sky 3D e Sky Arte nel novembre 2013, Musei Vaticani 3D ha fatto il giro dei cinema nel mondo, dal Canada alla Russia, dalla Colombia al Messico. In Italia, con un’uscita evento di un solo giorno, si è classificato al primo posto del box office, raggiungendo un incasso di 310 mila euro e oltre 34 mila spettatori. In Francia ha incassato 240 mila euro, negli Stati Uniti 212, in Gran Bretagna 169, nella Corea del Sud 191, in Australia 162. Il tour proseguirà sino a marzo con il debutto nelle sale cinematografiche di Giappone, Germania, Olanda, Argentina, Cile, Perù, Nuova Zelanda e persino in India. Prevista nei prossimi mesi la distribuzione home video.