Mercato

22 gennaio 2015 | 16:41

La bruttezza paga: su Facebook ‘Calciatori Brutti’ raggiunge 800mila fan

Quello con Calciatori Brutti è un appuntamento quotidiano per sportivi e non che ne apprezzano i contenuti contribuendo alla crescita della pagina Facebook che il 22 gennaio 2015 festeggia 800.000 fan. Come se non bastasse ogni post ottiene decine di migliaia di like e condivisioni e, tra gli amanti del pallone, sono ben pochi quelli che non hanno mai sentito parlare delle “pagelle ignoranti” o delle “schede ignoranti”.

Non solo Facebook, anche il sito www.calciatoribrutti.com, online da poco più di un anno, è il punto di riferimento per oltre 250.000 utenti che lo visitano ogni giorno alla ricerca di contenuti divertenti e irriverenti. Ma chi c’è dietro al successo editoriale che in pochissimo tempo ha conquistato l’attenzione del web e dei media sportivi?

Come riporta il comunicato stampa, era il 2012 quando Daniele ed Enrico, poco più che ventenni, rincorrevano un pallone su quello che loro stessi descrivono così: “un campo da calcio, fatto di sabbia e cemento con le tribune di ferro arrugginito, in cui il tifoso più giovane è alla soglia delle 82 primavere”. Lo spirito dei due giovani giocatori non vacillò nemmeno quando, a causa dell’ennesimo infortunio, le partite furono costretti a seguirle dalla panchina.

Fu quello il momento in cui la loro prospettiva cambio e dettero vita al progetto che mai avrebbero immaginato si trasformasse nel fenomeno del web che è oggi. La filosofia che unisce gli 800.000 mila fan della pagina è secondo Daniele ed Enrico, universale: “Uno dei punti forti è far rivivere le esperienze che ogni giocatore ha vissuto sulla sua pelle e…soprattutto sui suoi legamenti!”.

Un successo in continua evoluzione che ha visto negli ultimi mesi il bisogno di implementare lo staff e la realizzazione di un’applicazione per il sito che permette di creare una scheda tecnica in stile PES/Fifa, per l’utente o per gli amici, che ha raggiunto le 300.000 generazioni solo nelle prime 24 ore dal lancio.

Il più recente goal del 2015? Sicuramente l’aver scelto di affidarsi alle competenze di ZooCom per vincere la sfida del successo anche sul fronte della monetizzazione e dei servizi di comunicazione offerti ai brand: “Siamo felicissimi che una realtà come ZooCom abbia creduto in noi. Con questa partnership scenderemo in campo display, progetti speciali e iniziative social mettendo  a disposizione la nostra capacità di engagement anche per altri brand” dichiarano i fondatori di Calciatori Brutti.