Giornalista sostenitore di Anonymous condannato a cinque anni. L’accusa è di minacce all’Fbi e ostacolo alle indagini

(Ansa) Un giornalista freelance, Barrett Brown, è stato condannato a cinque anni di reclusione per aver minacciato un agente dell’Fbi e ostacolato i federali che indagavano sulle sue attività legate al gruppo di hacker Anonymous. Lo riferiscono i media Usa.
Brown, 33 anni, era stato inizialmente incriminato di reati che prevedevano più di 100 anni di reclusione, ma la sentenza è stata ridotta dopo essersi dichiarato colpevole lo scorso anno. L’attivista divenne un sostenitore di Anonymous e ha spesso intervistato il gruppo: è stato arrestato dopo la pubblicazione di un link ai dati hackerati dall’agenzia di intelligence per la difesa Stratfor Global intelligence, di Austin, in Texas. (Ansa, 23 gennaio 2015)

Barrett Brown

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Agcom, osservatorio media 1° trimestre: quotidiani in calo (-8,2%); tv maluccio Rai e Mediaset, cresce La7; boom social di Instagram

Bando agenzie: assegnato ad Askanews il lotto 3

Decreto dignità, leghe calcio, basket e volley contro divieto di pubblicità e sponsor per il betting