Comunicazione, Editoria, New media

23 gennaio 2015 | 15:49

Giornalista sostenitore di Anonymous condannato a cinque anni. L’accusa è di minacce all’Fbi e ostacolo alle indagini

(Ansa) Un giornalista freelance, Barrett Brown, è stato condannato a cinque anni di reclusione per aver minacciato un agente dell’Fbi e ostacolato i federali che indagavano sulle sue attività legate al gruppo di hacker Anonymous. Lo riferiscono i media Usa.
Brown, 33 anni, era stato inizialmente incriminato di reati che prevedevano più di 100 anni di reclusione, ma la sentenza è stata ridotta dopo essersi dichiarato colpevole lo scorso anno. L’attivista divenne un sostenitore di Anonymous e ha spesso intervistato il gruppo: è stato arrestato dopo la pubblicazione di un link ai dati hackerati dall’agenzia di intelligence per la difesa Stratfor Global intelligence, di Austin, in Texas. (Ansa, 23 gennaio 2015)

Barrett Brown