Mercato

26 gennaio 2015 | 10:28

Secondo l’infografica di Modomodo italiani sempre più alla ricerca di sconti e promozioni con le app di brand

Tra le varie motivazioni che spingono gli utenti a scaricare un app di brand sul proprio device (un marchio di abbigliamento o di scarpe, una catena di negozi di elettronica di consumo, la propria utility di riferimento sono solo alcuni esempi) spiccano le “funzionalità da negozio”, ovvero tutte quelle funzionalità legate agli acquisti o all’interazione con il punto vendita: per esempio, il 61.4% degli italiani ritiene che sia molto utile poter utilizzare la propria carta fedeltà direttamente dal proprio smartphone al momento dell’acquisto, per poter usufruire di offerte esclusive pensate per i “fan” del brand.

Come riporta il comunicato stampa, il 32.5% ritiene che sia abbastanza utile, il 4.6% degli intervistati ritiene invece che sia poco utile e solo l’1.5% pensa che sia una funzionalità del tutto inutile.
Gli utenti inoltre scaricano sul proprio device le app di brand per ottenere sconti e promozioni riservati, in modo tale da poter risparmiare sui propri acquisti: il 43.3% degli italiani ritiene che sia molto utile utilizzare un app per ricercare offerte esclusive mentre il 45.5% pensa che sia abbastanza utile; molto basse le percentuali di chi ritiene che questo sia poco utile (9.7%) e inutile (solo l’1.7%).
Particolarmente apprezzata dagli utenti anche la possibilità di accedere tramite l’app ad un’area personale in cui trovare il riepilogo delle proprie azioni come per esempio, gli acquisti effettuati o la selezione dei capi preferiti (inseriti magari in una Wishlist personale): il 56.1% degli intervistati ritiene che questa funzionalità sia molto utile, il 34.2% che è abbastanza utile mentre il 7.3% crede che sia poco utile e solo il 2.4% che sia inutile.

Interessante rilevare che le app di brand vengono scaricate e utilizzate principalmente dai ragazzi fino ai 19 anni (35,3%), seguono i giovani di età compresa tra i 25 e i 34 anni (25,9%) e gli utenti di età compresa tra i 35 e i 44 anni (16,7%), mentre ben il 50 % degli adulti intervistati, di età superiore ai 65 anni, non scarica mai app di servizio.

Questi sono i dati illustrati nell’infografica realizzata da modomodo con i dati più significativi emersi dalla ricerca realizzata in collaborazione con l’Università degli Studi Milano Bicocca sull’utilizzo del Mobile Internet e dei dispositivi mobili.  L’indagine è stata svolta da NuMediaBios l’Osservatorio dei Nuovi Media dell’Università Bicocca (http://www.numediabios.eu/) ed è stata condotta tramite la somministrazione di un questionario a un campione di 3.928 utenti composto in parte da utilizzatori di “app di servizio”, ovvero quelle legate ai brand, e da una percentuale di studenti del polo universitario.

Fabio Maglioni, founder di modomodo, afferma: “L’indagine che abbiamo realizzato in collaborazione con l’Osservatorio dei Nuovi Media dell’Università Bicocca conferma l’importanza delle app nella relazione tra il brand e i consumatori. Se utilizzato in modo strategico, il mobile permette infatti alle aziende di creare un’interazione di valore con i propri consumatori e di rafforzare l’engagement nei confronti del brand stesso. Un’interazione che i consumatori apprezzano e ricompensano, lo abbiamo rilevato nella nostra indagine e nei riscontri quotidiani che riceviamo da parte dei brand che hanno deciso di utilizzare la nostra piattaforma applicativa per lo sviluppo della loro mobile strategy.”