Comunicazione, Editoria

29 gennaio 2015 | 11:09

Un gruppo di giornalisti impugna il contratto di lavoro in tribunale. L’iniziativa presentata oggi alle 13 a Chianciano dov’è in corso il congresso Fnsi. Ecco l’atto di citazione

Per la prima volta nella storia del giornalismo in Italia, il contratto nazionale di lavoro firmato nel giugno 2014 è stato impugnato in tribunale da un gruppo di giornalisti e di delegati al XXVII congresso nazionale della Fnsi (Federazione nazionale della stampa italiana). Il comunicato diramato oggi dai promotori, ricorda che i “motivi del ricorso alla giustizia per sospendere nell’immediato e poi annullare gli effetti del contratto che “danneggia gravemente la categoria”, affermano i promotori dell’iniziativa, sono le “gravi violazioni dello statuto della Federazione, avvenute nel corso delle trattative con gli editori”.

La conferenza stampa dei promotori è prevista alle ore 13, giovedì 29 gennaio 2015, nella hall dell’Hotel Excelsior di Chianciano Terme dove è in corso il congresso nazionale del sindacato dei giornalisti. Una copia dell’impugnativa sarà consegnata al segretario nazionale uscente della Fnsi, Franco Siddi, e simbolicamente a Susanna Camusso, segretario generale della Cgil.

 

Scarica e leggi l’atto di citazione 12 (PDF)