Charlie Hebdo si ferma. Nelle prossime due settimane non sarà in edicola. La redazione: siamo stanchi e provati

(Ansa) Per le prossime due settimane, Charlie Hebdo non sarà in edicola. Lo annunciano i redattori, che si dicono “stanchi e provati” dopo la strage del 7 gennaio, in cui 8 dei loro colleghi sono morti con altre quattro persone, e dall’intenso periodo successivo.

Il team di Charlie, spiega ai media francesi Anne Hommel, che gestisce i rapporti con la stampa in questi giorni difficili, “non è pronto” a tornare a lavorare con i consueti ritmi, e per questo si prende una pausa. Per il ritorno in edicola, aggiunge, “non è stata fissata una data”, ma di sicuro non sarà prima di un paio di settimane.

Charlie Hebdo (foto horsemoonpost.com)

Charlie Hebdo (foto horsemoonpost.com)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Malagò contro il Governo: questa non è una riforma, ma un’occupazione del Coni. Replica da Giorgetti: autonomia dello sport non in discussione

Radio digitale, Salini: di serie sulle auto nuove. Sergio: aumenta la fame di contenuti, Rai tira la volata all’intrattenimento in auto

Vivendi acquista la casa editrice Editis per 900 milioni. De Puyfontaine: in Tim situazione grave