Mercato

02 febbraio 2015 | 11:22

RobilantAssociati conferma la sua posizione nel settore delle brand advisory e cresce sui mercati internazionali

RobilantAssociati chiude il 2014 con un fatturato di 15 milioni di euro, in crescita del 18% circa rispetto all’anno precedente, riconfermandosi in questo modo leader in Italia del settore delle brand advisory.

Come riporta il comunicato stampa, la società, che nel 2014 ha tagliato l’importante traguardo dei 30 anni (1984-2014) per un totale di oltre 500 clienti seguiti dalla sua costituzione ad oggi, consolida la propria leadership sul mercato domestico, mentre porta avanti con successo la sua strategia di apertura ai mercati internazionali.

La messa a punto di una consulenza completa nella creazione e comunicazione del Brand e l’attuazione di una forte politica di espansione all’estero, hanno portato l’impresa ad essere sempre più apprezzata per i suoi servizi e il suo approccio “italiano” fuori dall’Italia, con una presenza rilevante ripartita fra i diversi continenti. I mercati esteri arrivano così a rappresentare il 52% del fatturato totale, confermando in questo modo l’andamento dello scorso anno.

Parallelamente si riconfermano le relazioni con le più importanti e rappresentative imprese del made in Italy, tra cui Barilla, Cantine Ferrari, Fiat-Chrysler Automobiles, Galbani, Mutti, Proraso.

Cresce il numero complessivo dei clienti che passa dai 76 del 2013 agli 87 del 2014, con l’ingresso di Red Valentino, Nuncas, Sutter, Pernigotti, Giacobazzi, Oviesse, Cloetta sul piano nazionale e Muller, Galbani, El Tahona, Ifored, Marcafè per l’estero.

Un anno molto positivo, dunque, con forti incrementi nelle aree core dell’impresa, focalizzate sulle industry dell’alto di gamma e del mass market, mentre si mantiene più o meno costante la presenza in altri settori quali quello finanziario, l’editoria, automotive e trasporti e il farmaceutico.

Non ultimo, nel 2014 RobilantAssociati ha dato il suo sostegno alla costituzione della Fondazione Italia Patria della Bellezza, un progetto nato da un’idea di Maurizio di Robilant che verrà presentato ufficialmente nei prossimi mesi e che si propone di costruire l’identità Competitiva dell’Italia per potenziare la reputazione e il ruolo del nostro Paese nel mondo attraverso la valorizzazione e la comunicazione della sua principale caratteristica identitaria, la Bellezza.

Maurizio di Robilant