L’ultima frontiera delle sanzioni contro la Russia arriva dal web. II governo consiglia di cambiare i domini per evitare sanzioni occidentali

(askanews) Il prossimo attacco a suon di sanzioni contro la Russia potrebbe venire da internet. Questo l’allarme lanciato dal governo che spinge le compagnie russe a riregistrarsi: i dot.com delle compagnie russe dovranno diventare dot.ru a causa delle sanzioni occidentali.

Un messaggio alle compagnie russe, da parte del governo, consiglia di iniziare a rivolgersi ai provider russi perchè, si legge nella comunicazione, “in relazione alle sanzioni da parte degli Stati Uniti contro la repubblica di Crimea”, ossia all’annessione russa della penisola ucraina, le compagnie russe potrebbero andare incontro a “una rescissione unilaterale dei domini specificati”.

La circolare è arrivata dal ministero delle comunicazioni di massa della Federazione russa ed è rivolta ai possessori russi di domini all’estero. In essa vi è anche un elenco dei server russi in grado di registrare i nuovi domini. (askanews, 3 febbraio 2015)

Vladimir Putin (foto Olycom)

Vladimir Putin (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Al forum di Wpp Italia e TEH Ambrosetti tutto sui Millennials, la generazione che sta cambiando la società e la pubblicità

Malagò ancora contro il Governo: con quattro righe è stato ucciso il Coni

Il Wall Street Journal vara una task force contro fake news e video artefatti