04 febbraio 2015 | 8:46

Topolino ‘si rimangia’ la copertina su Charlie Hebdo. Annunciata ufficialmente dalla Panini, poi smentita

(Giornalettismo) Topolino non uscirà con la copertina su Charlie Hebdo: ad annunciarlo è lo stesso editore Panini dopo la diffusione, nei giorni scorsi, di una prima realizzata da Stefano Turconi che ritraeva Topolino e Paperino con le matite alzate in segno di solidarietà, circondati da personaggi di tutte le etnie a simboleggiare il sostegno del settimanale allo spirito del giornale francese preso di mira dai terroristi islamici. In edicola domani sul numero 3089 ci sarà una cover di Pippo Reporter. TOPOLINO NON ESCE SU CHARLIE HEBDO – “La copertina del settimanale Topolino, circolata in questi giorni in Rete sui principali siti di informazione e attribuita all’uscita n.3089 del 4 febbraio 2015, non corrisponde all’immagine definitiva selezionata tra una serie di creatività preparata all’uopo di cui l’immagine divulgata faceva parte”, recita il comunicato ufficiale di Panini Comics: “La scelta di non pubblicare la creatività erroneamente circolarizzata è stata determinata dalle modalità di utilizzo dei personaggi del settimanale”.

Il problema è che la copertina, come lamentano i fan in rete, era stata addirittura annunciata sul precedente numero di Topolino.

Sui social si legge che gli abbonati in digitale del popolare settimanale a fumetti hanno ricevuto il numero 3089 con la copertina “incriminata”.

TOPOLINO E CHARLIE HEBDO, LE PROTESTE – Sono moltissimi gli appassionati che commentano scontenti la scelta di Panini che ha sostituito all’ultimo la cover. “Peccato perché questa sarebbe stata La Copertina dell’anno o quasi; era veramente bella, per non parlare del messaggio che racchiudeva”, scrive qualcuno su Facebook; “siamo delusi davvero in tantissimi”, si legge ancora, “questo cambio di rotta dice l’esatto contrario di quello che avete finora sostenuto: non siete Charlie. Se avete cambiato copertina del numero temendo un assalto mediatico, non siete Charlie. Charlie Hedbo è satira irriverente, che non si preoccupa dell’opinione pubblica. Ecco, questo che avete fatto voi… È il contrario”, commentano altri, anche se c’è anche chi dice “preferisco questa di Pippo”. Sulla vicenda deve aver anche pesato l’editoriale uscito sul Sole 24 Ore a firma Gualtiero Gualtieri, nickname di Pierangelo Buttafuoco, che stigmatizzava la scelta di Panini di uscire con una cover interpretabile come una presa di posizione politica.

http://www.giornalettismo.com/archives/1726557/topolino-charlie-hebdo-copertina-smentita/