Comunicazione, New media

05 febbraio 2015 | 16:45

TheFork, la piattaforma di TripAdvisor per ristoranti, approda in Italia. Il sistema delle recensioni a prova di falso convince ad aderire anche gli chef stellati

(askanews) A due anni dalla presentazione alla stampa, restOpolis, la app per la prenotazione di ristoranti online, è cresciuta e ha cambiato natura: insieme a MyTable.it è stata acquisita e integrata da TripAdvisor e dunque sostituita da TheFork, piattaforma internazionale del colosso di recensioni che così debutta anche in Italia. TheFork conta un network di oltre 20mila ristoranti partner in Europa e oltre 5mila prenotabili in Italia.

“L’Italia è leader nel settore della ristorazione in Europa sia in termini qualitativi sia in termini quantitativi: è impossibile trovare altrove una varietà gastronomica paragonabile alla nostra” ha dichiarato Almir Ambeskovic, Ceo e fondatore di restOpolis e ora country manager di TheFork Italia. “Il nostro obiettivo è aiutare gli italiani a cercare e trovare esperienze culinarie eccezionali, comunicando al meglio il nostro immenso patrimonio gastronomico attraverso la rete, principale canale utilizzato oggi dai consumatori per informarsi e prenotare”

Gli utenti italiani da oggi possono, grazie alla fusione tra i servizi, prenotare un tavolo al ristorante con l’applicazione TheFork per Android e iOs o direttamente dal sito Tripadvisor. Il network include anche chef stellati e pluripremiati come Paul Bocuse, Ferran Adrià, Chicco Cerea e Alain Ducasse.

Il ristorante si può scegliere in base alla zona, ai prezzi, alla disponibilità e al tipo di cucina, oltre che alle recensioni degli utenti. Un sistema che non cambia rispetto al passato: resta infatti inalterato il meccanismo delle recensioni, che possono essere caricate solo da chi effettivamente è stato al ristorante. Un modo per difendersi dalle false recensioni, che ha convinto anche gli chef stellati ad aderire all’iniziativa.

“Se il digitale è il futuro, ogni ristorante dovrebbe avere un sito efficace e ben posizionato nei motori di ricerca, un’app mobile e un sistema di prenotazione online – ha commentato Sonia Re, direttore generale di APCI, Associazione Professionale Cuochi Italiani – tutto ciò è spesso al di fuori delle competenze dei cuochi e ristoratori, nonché economicamente complicato. La soluzione è questa piattaforma, perché permette di gestire le prenotazioni, di sfruttare il passaparola digitale, di offrire un servizio oggi imprescindibile ai potenziali clienti. Per questo abbiamo abbracciato la piattaforma, certi che farne parte permetterà di sensibilizzare e formare gli operatori del settore all’impiego di nuovi strumenti di marketing e prenotazione, tutelando e qualificando, nel contempo, il loro lavoro”.

Su TheFork si può anche approfittare di offerte speciali con menù a prezzo fisso e sconti sino al 50%: con la prenotazione si applicano alla cassa automaticamente, senza presentare il coupon.
Un’iniziativa che guarda anche alle opportunità offerte a Milano da Expo 2015. (askanews, 5 febbraio 2015)