Comunicazione, New media

06 febbraio 2015 | 10:27

Gli utenti su Twitter faticano a crescere, per la prima volta meno di Facebook. Ricavi e utili però sopra le stime (INFOGRAFICA)

(askanews) I conti del quarto trimestre 2014 di Twitter non attenuano le preoccupazioni degli investitori sulla lenta crescita degli utenti del sito di microblogging. Il gruppo di San Francisco, California, ha tuttavia promesso un’accelerazione e ha registrato ricavi e utili migliori delle stime.

Nei tre mesi terminati lo scorso 31 dicembre Twitter è arrivato ad avere 288 milioni di utenti attivi a livello mensile, 4 milioni in più rispetto al trimestre precedente e circa un quinto di quelli vantati da Facebook. Questo significa che il tasso di crescita trimestrale è rallentanto all’1,4% (un minimo record per il gruppo) dal 4,7% visto nel terzo trimestre. E’ anche la prima volta che tale crescita è scesa sotto quella di Facebook, la cui base utenti mensili è salita lo scorso trimestre di circa il 3% a 1,39 miliardi. Su base annuale, gli iscritti di riferimento di Twitter sono cresciuti del 20% ma la percentuale non è bastata agli analisti, che si aspettavano un totale di 291 milioni di utenti.

Dick Costolo( annarbor.com)

Dick Costolo (Annarbor.com)

L’amministratore delegato Dick Costolo, in una nota, ha spiegato che i “primi risultati relativi al trimestre in corso mostrano che in termini assoluti il numero netto di utenti sarà simile a quello visto nei primi tre trimestri del 2014″.

Sul fronte dei conti, Twitter continua a non generare utili dopo poco più di un anno dal suo debutto in borsa. Nel quarto trimestre, Twitter ha registrato una perdita da 125,4 milioni di dollari, più contenuta da quella da 511,5 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso. Al netto di voci straordinarie gli utili per azione sono saliti a 12 centesimi da 2 centesimi contro un consensus da 6 centesimi. I ricavi sono quasi raddoppiati (+97%) in un anno arrivando a 479,1 milioni da 242,7 milioni contro attese del mercato per 453,1 milioni. In particolare, i ricavi da pubblicità sono stati 432 milioni (+97% annuale). Di questo totale, l’88% è stato generato da dispositivi mobili.

Per il primo trimestre del 2015 Twitter prevede vendite tra i 440 milioni e i 450 milioni (sotto le stime degli analisti da 453,1 milioni) e da 2,3-2,35 miliardi per l’anno (in linea alle previsioni).

In attesa dei conti, arrivati a mercati chiusi, Twitter era salito dell’1,33% a 41,26 dollari. Nell’after-hours è salito di quasi il 12% (askanews, 6 febbraio 2015)

(Infografica: Datamediahub.it)