12 febbraio 2015 | 12:33

I produttori cinematografici indipendenti entrano nell’Agis

L’Agpci, Associazione Giovani Produttori Cinematografici Indipendenti, è entrata a far parte dell’Agis. Ad annunciarlo è il comunicato stampa della stessa Agis. Fondata nel 2007 come rete di professionisti tra gli imprenditori del settore dell’audiovisivo, oggi l’Associazione riunisce 80 produttori indipendenti impegnati nel campo del cinema e della televisione. L’Agpci inoltre è in stretto contatto con diverse associazioni di categoria di produttori internazionali con le quali ha siglato accordi di collaborazione. Per la produttrice Martha Capello, presidente dell’Agpci, è fondamentale la collaborazione tra produttori ed esercenti cinematografici: “Da sempre – afferma Capello – siamo convinti che il nostro lavoro e il futuro del settore dipendano dalla solidità del mercato e dal buon funzionamento delle sale italiane. In questi anni abbiamo fatto del dialogo e il confronto con l’esercizio cinematografico una nostra priorità, e con l’ingresso in Agis la sinergia sarà ancora più forte”.

Carlo Fontana, presidente dell'Agis (foto Tafter.it)

Carlo Fontana, presidente dell’Agis (foto Tafter.it)

“Siamo contenti – ha detto il presidente dell’Agis, Carlo Fontana – che l’Agpci sia entrata a far parte della nostra Associazione. E’ la testimonianza del lavoro che l’Agis sta facendo per allargarsi sempre più a tutto il mondo dello spettacolo, offrendo un luogo di incontro e di confronto tra le diverse realtà del nostro settore”.

Tra i primi impegni a firma Agpci, in collaborazione con Agis e gli esercenti cinematografici dell’Anec, c’è il Meeting Nazionale in programma a Pescara dal 12 al 15 marzo.

Arrivato alla sua quarta edizione, il Meeting Nazionale dei Giovani Produttori Cinematografici è un appuntamento nel quale le imprese presenti nel territorio italiano possono conoscersi, presentare i progetti in sviluppo, confrontarsi sulle reciproche esigenze, segnalare le difficoltà e i contesti presenti nelle regioni di appartenenza, al fine di generare nuove sinergie e rafforzare il network professionale.

Il programma prevede una fitta sequenza di incontri e momenti di confronto: convegni istituzionali e di categoria, interventi da esponenti del sistema bancario, workshop sul sistema degli investimenti privati al cinema e un focus sull’internazionalizzazione. Inoltre si terrà un panel, con la partecipazione di tutte le Film Commission, per sensibilizzare le istituzioni locali sull’importanza e la necessità di realizzare una legge cinema e istituire una film commission funzionante anche nella regione abruzzese.

Di grande rilevanza e utilità per tutti i produttori sarà l’incontro con i componenti della nuova Commissione Cinema della Direzione Generale del MiBACT durante il quale si potranno apprendere i criteri e i parametri di valutazione nell’attribuzione dell’interesse culturale di un’opera.

Spazio e un lungo momento di dialogo sarà quello destinato all’incontro tra sala e produzione con il convegno organizzato da Anec: un momento di confronto tra offerta del prodotto e mercato che sarà utile per affrontare temi come il prolungamento della stagione cinematografica, le opere e il futuro della produzione italiana.