La pubblicità digitale Usa registrerà un aumento del 42% nel 2015. Male la stampa (-4,8%), a dirlo l’analista Gordon Borrell (INFOGRAFICA)

Gordon Borrell, uno dei più noti analisti digitali d’oltreoceano, fa marcia indietro e rivede al ribasso le proprie stime sul mercato editoriale. Il mercato della carta stampata è tutt’altro che stabile ma non sembra poter arrestare la sua crisi, il fatturato  diminuirà del 4,8% quest’anno. Secondo Borrell le note positive invece arriveranno dal mercato della pubblicità digitale che, soprattutto in ambito local, registrerà un altro anno di boom. Più nel dettaglio l’analista statunitense prevede un crescita del 42% del mercato pubblicitario digitale, sulla scia del +40% del 2014.

Nell’intervista al Poynter.com Borrell sottolinea come questo trend sia legato alla pubblicità locale e che quindi non tenga in considerazione i grandi player pubblicitari del mercato nazionale statunitense, vera spina dorsale delle testate più importanti.

Infografica (Poynter.com)

 

Infografica (Poynter.com)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Al forum di Wpp Italia e TEH Ambrosetti tutto sui Millennials, la generazione che sta cambiando la società e la pubblicità

Malagò ancora contro il Governo: con quattro righe è stato ucciso il Coni

Il Wall Street Journal vara una task force contro fake news e video artefatti