L’ ad di Metroweb smentisce: “Non mi risulta nè una trattativa finale nè una esclusiva con Telecom”

(MF-DJ) “A me non risulta nè una trattativa finale nè una esclusiva con Telecom I.” su Metroweb. Lo ha affermato Alberto Trondoli, a.d. di Metroweb, a margine del convegno ‘Il dovere di crescere. Lo sviluppo dell’impresa manifatturiera a Milano’, smentendo di fatto le indiscrezioni di stampa secondo cui la scelta del nuovo partner industriale destinato a entrare nella società della banda larga fosse caduta su Telecom I.. In particolare, la società guidata da Marco Patuano e Vodafone hanno mostrato interesse a rilevare il 53,2% detenuta da F2i.

“I giochi” sulla scelta del partner che entrerà in Metroweb “sono aperti ma ricordo che la decisione spetta ai soci”, ha aggiunto Trondoli sottolineando che “perciò che ho visto non c’è ancora una discussione sui piani industriali” che Telecom e Vodafone devono presentare per lo sviluppo di Metroweb.

Secondo l’a.d. la decisione di far entrare un partner in Metroweb verrà presa “anche in funzione dei piani industriali. Per questo mi sembra difficile che già si parli di una entità dell’aumento di capitale”.

Secondo indiscrezioni di stampa l’aumento di capitale che il futuro socio dovrà sottoscrivere per entrare in Metroweb sarebbe pari a 1 mld euro.

Sotto il profilo industriale, secondo Trondoli, “ci sono tante opzioni, tante soluzioni. Al momento, per quello che so, non si sta parlando di una Newco, ma io non sono direttamente coinvolto”.

Infine, per quanto riguarda le tempistiche sulla scelta del partner, l’a.d. ha precisato che “inevitabilmente la decisione verrà presa entro la fine di marzo, anche entro metà del prossimo mese”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci