Tabloidgate: il gruppo Mirror chiede scusa a tutti gli intercettati

(ANSA) – Trinity Mirror, editore di tre fra i principali tabloid britannici, ha chiesto scusa a tutte le vittime di intercettazioni telefoniche definendole ”un’inaccettabile intrusione nelle loro vite private”. Il gruppo ha pubblicato le sue scuse a pagina 2 del Daily Mirror e le replichera’ sul Sunday Mirror e il Sunday People di domenica. ”Ci rendiamo conto che le nostre azioni hanno causato stress a qualcuno e ci scusiamo di cuore”, si legge nel messaggio. L’indagine ribattezzata Tabloidgate ha portato al fallimento e alla chiusura del News of the World di Rupert Murdoch, ma anche all’arresto di diversi giornalisti del gruppo Mirror. (ANSA, 13 febbraio 2015)

Le pubbliche scuse del gruppo Mirror per il Tabloidgate (foto itv.com)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La bocciatura della manovra è in buona compagnia. All’estero la stampa online guarda anche a Brexit e ai guai di Deutsche Bank

Editoria, Casellati: no misure restrittive su contributi. Conseguenze su occupazione e pluralismo

Crimi ai giornalai: sostenere tutta la filiera; prime soluzioni nella legge di bilancio; tavolo al Dipartimento Editoria