Comunicazione, New media

17 febbraio 2015 | 12:36

Fondazione Cariplo sceglie il web per raccontare i progetti no profit del 2015, un canale più “vicino alle persone”

(askanews) Una web tv per lanciare le attività filantropiche del 2015. E’ quello che ha fatto la Fondazione Cariplo quest’anno, scegliendo di presentare la propria attività istituzionale e i bandi in un modo più “vicino alle persone”.
Più di 3.000 persone, dicono dalla fondazione, in pochi giorni hanno seguito le oltre 15 ore di diretta su quelle che normalmente erano riunioni di lavoro in una sala conferenze.
Streaming tv, chat e social network sono i nuovi strumenti per arrivare a finanziare i progetti ritenuti migliori e dare risposte in tempo reale a chi segue le presentazioni da casa o dall’ufficio.

Giuseppe Guzzetti (foto Olycom)

Giuseppe Guzzetti (foto Olycom)

Per quest’anno il presidente Giuseppe Guzzetti ha confermato lo stanziamento di 150 milioni di euro a favore di progetti no profit, allontanando l’ombra dei tagli dovuti alla “pesante tassazione annunciata dal Governo a dicembre”. Questo, ha precisato in quella occasione Guzzetti, “grazie all’ottima gestione del patrimonio che a fine anno ha reso l’8,32%”.
Nel 2014 la fondazione ha sostenuto 1.042 progetti con 149 milioni di euro, stando al resoconto fornito dal segretario generale Sergio Urbani che ha ricordato soprattutto quelli di housing sociale: “Oltre ai mille appartamenti a canone da 500 euro al mese, che sono già realtà – ha annunciato – entro il 2016 ne avremo altri 2.500 in Lombardia”.

Ieri, è stata la giornata dei bandi ambiente, oggi tocca a quelli di arte e cultura. Si chiude domani con la ricerca scientifica. (askanews, 17 febbraio 2015)