Roma ospita il 26 febbraio il convegno sulla filiera dell’editoria ‘Senza lettura non c’è crescita’

Più di 30 miliardi di euro di fatturato con un export di 9,5 miliardi di euro nel 2014, 716 mila addetti tra occupazione diretta ed indotto e riciclo dei propri prodotti pari al 60%. Sono i numeri che definiscono la realtà della Filiera Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: otto associazioni imprenditoriali che, come riporta il comunicato stampa, giovedì 26 febbraio 2015, alle ore 10,30 a Roma organizzeranno l’incontro “Senza lettura non c’è crescita. Quotidiani, periodici e libri come leva per lo sviluppo”.

Acimga, Aie, Anes, Argi, Asig, Assocarta, Assografici e Fieg, nel richiamare l’attenzione sul calo della lettura e dei consumi culturali nel nostro Paese, illustreranno le misure per invertire tale tendenza, soprattutto tra i giovani.

Nel corso dell’incontro, Alessandro Nova, professore dell’Università Bocconi, illustrerà lo studio “Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: crisi dei consumi, proposte per la ripresa”, l’analisi annuale, quantitativa e qualitativa, delle varie componenti industriali della Filiera, corredata da confronti con altre realtà internazionali e da alcuni dati sulla lettura. A seguire l’intervento di Giuseppe Roma, Senior Advisor del Censis, su “La lettura come strumento per lo sviluppo e la convivenza civile” e la testimonianza dello scrittore e giornalista Rai Franco Di Mare.
Gli interventi e il successivo dibattito saranno coordinati dal Direttore de Il Messaggero, Virman Cusenza.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Wired Next Fest 2018, a tema la contaminazione

Il mercato Usa soft-luxury analizzato da Contactlab

Al via il tandem La Stampa-Forbes Italia