Il dipartimento di Stato Usa non riesce ad arginare gli attacchi hacker. Colpito da tre mesi il sistema di posta elettronica

(askanews) Tre mesi dopo aver ammesso l’intromissione di un gruppo di hacker nel suo sistema di posta elettronica, il dipartimento di Stato americano non è ancora stato capace di escluderlo dal suo network, secondo tre fonti del Wall Street Journal.Gli investigatori, tra cui membri della National Security Agency (Nsa), ancora trovano segni della presenza degli hacker nei computer del dipartimento di Stato; non è chiaro, al momento, quanti dati siano stati rubati. Le fonti del quotidiano hanno confermato che gli hacker avrebbero avuto accesso solo a e-mail non coperte da segreto; anche materiale ‘non classificato’ può però contenere delicate informazioni d’intelligence.

Marie Harf, portavoce del Dipartimento di Stato degli Usa (Shaaciye.com)

Al momento, non esistono informazioni certe su chi possa esserci dietro l’attacco degli hacker, ma diverse fonti hanno assicurato che ci sarebbe un coinvolgimento del governo russo, anche perché il malware utilizzato è simile ad altri che in passato sarebbero stati usati da Mosca; tra i documenti rubati, hanno detto due fonti, ci sarebbero e-mail sulla crisi in Ucraina. (askanews, 20 febbraio 2015)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Antonio Converti lascia la guida di Italiaonline. “Motivazioni personali”, successore in arrivo

In quattro anni i quotidiani hanno perso un milione di copie, da 2,9 a 1,9 milioni (-34%). Osservatorio Agcom

Amazon interessata alle 22 reti regionali sportive di Disney