Radio

23 febbraio 2015 | 10:49

Radio1 Rai: ascolti in risalita nel secondo semestre 2014, +6%

(AGI) La cura Mucciante a Radio1 Rai sembra dare risultati apprezzabili, risalgono gli ascolti della rete, in classifica è sesta ma riduce la forbice rispetto alle altre radio e recupera il sensibile calo del 16,2% di ascolti accusato nel periodo gennaio-marzo 2014 prima del cambio di direzione. A quanto apprende l’AGI, stando ai dati di ascolto Eurisko nel quarto trimestre 2014 Radio1 guadagna oltre l’8 per cento rispetto al terzo trimestre, e a loro volta i dati Ipsos (questi ancor più riservati) relativi al secondo semestre 2014 evidenziano una crescita del 6 per cento nel giorno medio rispetto allo stesso periodo del 2013. E il direttore di Radio1 ha scritto una lettera ai suoi giornalisti per illustrarne i risultati e tracciare una fotografia del mercato radiofonico italiano.

Flavio Mucciante

Flavio Mucciante

Come è noto, i dati di ascolto radiofonico si articolano oggi in due sistemi paralleli: da una parte l’indagine telefonica Eurisko, basata sul ricordo dell’intervistato, e dall’altra la rilevazione automatica e continuativa condotta da Ipsos, fatta tramite meter personali applicati sullo smartphone di ciascun individuo del campione. E dunque in base ai nuovi dati diffusi da Eurisko Radiomonitor, la rete radiofonica ammiraglia della Rai si conferma al sesto posto della classifica dei network nazionali. Da una lettura delle tabelle emergono alcune significative evidenze: nel quarto trimestre 2014 Radio1 segna 4.100.000 ascoltatori, l’8,1 per cento in piu’ rispetto al trimestre precedente nel giorno medio. Nell’aprile 2014 (quando Flavio Mucciante e’ diventato direttore della rete) il dato di ascolto era di 3.800.000 ascoltatori, sempre nel giorno medio. Si registra un aumento nel quarto d’ora medio con un piu’ 1,6 per cento (nel secondo semestre 2014 rispetto al primo). A marzo 2014 lo share era del 4,9 per cento, oggi Eurisko accredita Radio1 del 5,3 per cento. La rete si avvicina ai suoi competitor e riduce la forbice con le altre emittenti tanto che, in poco piu’ di 500.000 ascoltatori, ci sono cinque network piazzati dal secondo al sesto posto.

Ulteriori elementi di valutazione emergono poi dalla rilevazione Radiometrics, condotta da Ipsos, relativamente al periodo luglio-dicembre 2014 rispetto allo stesso periodo del 2013. Il dato per Radio1 parla di un aumento di circa il 6 per cento nel giorno medio. I profili dei cinque network italiani che la precedono nella classifica degli ascolti appaiono assai distanti da quello di Radio1. E la rete che viene accreditata come competitor sul terreno dell’informazione, cioe’ Radio24, vale in termini quantitativi meno della meta’ di Radio1, secondo l’ultima rilevazione Radio Monitor. Ancora piu’ distanziata Radio Capital, la radio a maggiore connotazione informativa del Gruppo L’Espresso.