Charlie Hebdo torna il edicola il 25 febbraio. Tantissimi i nuovi abbonati e 30 milioni di euro raccolti, ma i nuovi collaboratori hanno paura

Dopo l’edizione straordinaria da 7 milioni di copie della settimana successiva alla strage e un mese di stop, mercoledì 25 febbraio torna nelle edicole il settimanale satirico Charlie Hebdo. Tanti nuovi abbonati, più di 30 milioni di euro raccolti tra donazioni statali e private, e una nuova redazione con tutte le misure di sicurezza. Giornalisti e vignettisti al lavoro hanno ancora i segni dell’attentato, come racconta Articolo21.org, mentre i nuovi collaboratori hanno paura.
A ispirare la redazione sarà sempre l’attualità, comprese eventuali questioni religiose: “dovremo trattare ancora quegli argomenti – ha dichiarato Gérard Biard, a capo della redazione  – ci diranno che siamo ossessionati, ma l’ossessione non è la nostra, è la loro”.

Da sinistra il capo della redazione Gérard Biard e il vignettista Luz (foto metronews.fr)

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rcs, Cairo: ragioniamo su lancio di un settimanale finanziario. L’arbitrato con Blackstone atto dovuto

Google: multa Ue da 1,4 miliardi per abuso di posizione dominante con AdSense. Vestager: impedita concorrenza su adv dei motori ricerca

Editoria, accordo Sole 24 Ore e il quotidiano cinese Economic Daily. In futuro possibili partnership per attività ed eventi su temi economici