Comunicazione, Televisione, TLC

25 febbraio 2015 | 18:35

Mediaset vuole Rai Way. Attraverso Ei Towers lancia un’opa per un valore di 1,22 miliardi di euro

(MF-DJ) Il Cda di Ei Towers ha deliberato di promuovere un’offerta pubblica di acquisto e scambio volontaria su 272.000.000 azioni ordinarie Rai Way, pari alla totalità del capitale.
Per ciascuna azione ordinaria Rai Way portata in adesione all’offerta, spiega una nota, Ei Towers riconoscerà agli azionisti una componente in contanti, pari a 3,13 euro, e una componente azionaria, costituita da 0,03 azioni ordinarie Ei Towers di nuova emissione. La valorizzazione di ogni singola azione di Rai Way è di 4,5 euro. Il corrispettivo incorpora un premio del 22% rispetto al prezzo di riferimento unitario delle azioni ordinarie Rai Way registrato il 23 febbraio, pari a 3,69 euro e +52,7% rispetto al prezzo di riferimento unitario delle azioni ordinarie Rai Way registrato il 19 novembre 2014, (data di avvio delle negoziazioni), pari a 2,95 euro. Il controvalore complessivo dell’Offerta, in caso di integrale adesione, sarà pertanto pari a 1.225.332.800 euro, di cui 851.360.000 euro con riferimento alla componente in contanti del corrispettivo e 373.972.800 euro con riferimento alla componente azionaria del Corrispettivo.

Pier Silvio Berlusconi, vice presidente Mediaset (foto Olycom)

Pier Silvio Berlusconi, vice presidente Mediaset (foto Olycom)

L’offerta è subordinata al verificarsi di ciascuna delle seguenti condizioni, tra cui l’approvazione da parte dell’assemblea straordinaria di Ei Towers convocata per il 27 marzo della proposta di aumento di capitale; che l’offerente venga a detenere una partecipazione pari almeno al 66,67% del capitale sociale di Rai Way. E’ atteso che l’operazione si possa concludere entro l’estate del 2015.

L’offerta è finalizzata alla creazione di un operatore unico delle torri broadcasting e la creazione di un operatore più efficiente. In particolare l’offerente si attende di poter conseguire efficienze soprattutto in termini di graduale semplificazione infrastrutturale e di più efficiente approccio alla dimensione tecnologica. Infine l’operazione sarà da stimolo per l’avvio di un processo di consolidamento del mercato. A seguito dell’operazione, il Gruppo Ei Towers avrà ricavi più diversificati, dato che l’incidenza del Gruppo Mediaset sui ricavi passerà dal 77% al 41% (stime basate sui dati al 2013), mentre il Gruppo Rai sarà il secondo cliente con 39% (stime basate sui dati al 2013).

L’Offerente ritiene che l’operazione possa generare significative sinergie in termini di ricavi e costi nonché efficienze nella spesa per investimenti. Il Gruppo Ei Towers post Offerta avrà una struttura del capitale più efficiente in linea con gli altri operatori internazionali leader di settore. Si prevede che l’operazione generi effetti positivi sull’utile per azione e sul Free Cash Flow to equity per azione sin dal primo anno.

L’Offerta è finalizzata alla revoca delle azioni di Rai Way dalla quotazione sull’Mta o all’acquisto di una partecipazione che rappresenti almeno il 66,67% del capitale sociale di Rai Way. (Mf-Dj, 25 febbraio 2015)