New media, TLC

26 febbraio 2015 | 17:23

Tre miliardi di persone connesse, ma l’adozione di internet sta rallentando rispetto al 2010. I dati dello studio di Internet.org (INFOGRAFICA)

Entro i primi mesi del 2015 saranno online 3 miliardi di persone, cioè solo il 40% della popolazione mondiale, ma l’adozione di internet sta rallentando. Sono questi i principali dati che emergono dallo studio di Internet.org ‘The State of Global Connectivity’, il progetto di Facebook per portare internet nelle aree svantaggiate del mondo.

Coloro che sono ‘offline’ vivono per lo più in Paesi in via di sviluppo. Se nella parte di mondo economicamente avanzata è connesso il 78% della popolazione, la percentuale scende al 32% nelle economie emergenti. Altro dato non proprio positivo è che l’adozione di internet sta rallentando per il quarto anno consecutivo: nel 2014 è cresciuta del 6,6%, mentre nel 2010 era del 14,7%. Di questo passo internet non raggiungerà il prossimo miliardo di persone prima del 2019.

‘The State of Global Connectivity’. Infografica da newsroom.fb.com

Lo studio evidenzia tre barriere principali all’accesso: infrastrutture, accessibilità economica e pertinenza. Oltre il 90% del globo è raggiunto da segnali mobili, ma a potersi permettere un abbonamento mensile a pacchetti dati di 250MB è solo metà della popolazione. In zone come l’Africa sub-sahariana solo il 53% può permettersi un abbonamento a un pacchetto di non più di 20MB mensili che consente di navigare online una o due ore al mese.

‘The State of Global Connectivity’. Infografica da newsroom.fb.com

 

- Scarica o leggi la ricerca di Internet.org ‘The State of Global Connectivity’ (.pdf)