Continua il dibattito sull’offerta Rai Way: Giacomelli (Mise) rivendica la competenza dell’autorithy, Romani (Fi) “No a strumentalizzazioni politiche”

(Mf-Dj) “La maggioranza pubblica è una scelta politica, tocca al Governo; concentrazioni e incroci sono competenza dell’authority”.
Lo scrive su twitter il sottosegretario allo Sviluppo Economico Antonello Giacomelli, in Opas lanciata ieri da Ei Towers su Rai Way. (Mf-Dj, 26 febbraio 2015)

Antonello Giacomelli (Olycom.it)

Caso Rai Way, parla Romani (Fi): “Operazione di mercato. No a strumentalizzazioni politiche”

(askanews) “Non si può fare di scelte industriali oggetto di polemica politica: l’operazione in atto nel settore infrastrutturale televisivo sembra a tutti gli effetti da interpretare in una normale logica di mercato, di sviluppo industriale ed economia di scala. D’altra parte, lo stesso Camillo Rossotto, Presidente di Rai Way, alla vigilia dell’approdo in borsa nel novembre 2014 sosteneva non fosse da escludersi l’integrazione fra i due operatori di trasmissione del segnale radio-tv”. Lo dichiara Paolo Romani, presidente del Gruppo Forza Italia al Senato.

“Sono in questione dunque valutazioni e iniziative aziendali esclusivamente limitate al settore infrastrutturale, che non vanno a toccare l’autonomia e la libertà delle scelte editoriali. Compito della politica è piuttosto assicurarsi che Antitrust e Rai valutino attentamente le condizioni e i termini dell’operazione, per evitare di bloccare, per questioni politico-ideologiche, una concreta possibilità di sviluppo del settore, che potrebbe inoltre portare un notevole introito per le casse dello Stato”, conclude Romani. (askanews, 26 febbraio 2015)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci