Comunicazione, TLC

02 marzo 2015 | 10:22

Wind cede 7.377 torri di trasmissione alla spagnola Abertis per 693 milioni, il ricavato usato per rimborsare parte del debito

(Mf-Dj) Abertis si è aggiudicata definitivamente le torri che Wind aveva messo in vendita. È quanto ha appreso MF-Dowjones da una fonte a conoscenza del dossier che ha sottolineato come l’operatore telefonico ha ceduto 7.377 torri per 693 mln euro.
Abertis si era già aggiudicata la trattativa esclusiva anche se Vimpelcom (società russa che controlla Wind) aveva deciso di riaprire i giochi inviando un fax ad F2i ed Ei towers per sondare nuovamente l’interesse da parte dei due soggetti esclusi dalla gara.

Da quanto si apprende Abertis dovrebbe far confluire le torri acquistate da Wind in una realtá piú complessa da quotare, in un secondo momento, alla borsa di Madrid. In questa nuova societá potrebbero anche confluire le 2 mila torri messe in vendita da Portugal Telecom, per le quali il gruppo spagnolo è in gara.

Accordo tra la spagnola Abertis e Wind per l’acquisto di 7.377 torri di trasmissione dell’operatore telefonico a fronte di un corrispettivo di 693 milioni di euro.

Maximo Ibarra

Maximo Ibarra, ad Wind

“Gli impianti”, si legge in una nota il gruppo infrastrutturale spagnolo, “sono distribuiti in tutto il territorio italiano, soprattutto nelle aree urbane, con un alto valore strategico per lo sviluppo della rete internet ultra-veloce 4G”.

Wind rivela: il ricavato della cessione delle torri verrà usato per rimborsare parte del debito

(Mf-Dj) Il ricavato della cessione delle 7.377 torri vendute da Wind ad Abertis sarà utilizzato dall’operatore telefonico per rimborsare parte del proprio debito.

Lo si apprende da una nota nella quale si precisa che la chiusura dell’operazione è prevista entro il primo trimestre 2015.

Wind, come reso noto, ha concluso un accordo per la vendita delle sue torri. Nel dettaglio l’operatore telefonico ha ceduto il 90% delle azioni della propria società controllata “Galata”, comprendente il ramo d’azienda relativo all’infrastruttura delle torri e comprensivo delle funzioni di pertinenza della stessa, 7.377 torri di trasmissione e relativi contratti, ad Abertis Telecom Terrestre Sau (“Abertis Telecom”) per un corrispettivo in contanti pari a 693 mln euro.

Alla chiusura dell’operazione Abertis possiederà il 90% delle azioni di Galata mentre Wind manterrà una quota pari al 10%. Nell’ambito dell’operazione Wind stipulerà un contratto di Towers Services Agreement con Galata con una durata iniziale di 15 anni per la fornitura di un’ampia serie di servizi in relazione ai siti contribuiti ed ai siti successivamente costruiti da Galata che ospitano apparati Wind. (Mf-Dj, 2 marzo 2015)