Manager

03 marzo 2015 | 15:34

Robin Kingerlee, emea media director di Videology

Videology, la piattaforma di video advertising, annuncia l’ampliamento del suo team europeo con la nomina di Robin Kingerlee a Emea Media Director. Considerata la rapida crescita dell’azienda in Europa, il suo ruolo sarà fondamentale nel dare seguito a questa tendenza e favorire l’adozione del programmatic trading in Emea affidandosi alla piattaforma e ai servizi di Videology.

Robin può vantare oltre diciannove anni di esperienza nel settore pubblicitario, quattordici dei quali spesi sui media online. Entra in Videology dopo otto anni passati in Microsoft Advertising, dove ha recentemente contribuito al lancio di Microsoft Exchange nel Regno Unito, con la creazione di Microsoft Video Network, guidando così la strategia video dell’azienda nel mercato d’Oltremanica.

Riportando a Jana Eisenstein, Global Director of Media, Robin sarà responsabile del consolidamento della leadership di Videology in Europa e dell’accelerazione dello sviluppo del programmatic in tutta la regione EMEA dagli uffici londinesi dell’azienda.

“Dato che EMEA continua a giocare un ruolo fondamentale nella rapida espansione internazionale di Videology, era sorta l’esigenza di una nuova posizione espressamente dedicata a capitalizzare al meglio il trend estremamente positivo che ci ha visto entrare in sette nuovi mercati nel 2014, con una crescita significativa in termini di media e partnership in tutta la regione”, dichiara Jana Eisenstein. “La solida esperienza nei media online di Robin, sia demand- che supply-side, unita alle sue comprovate capacità nello sviluppo di business e di partnership, ne fanno il candidato ideale per sostenere il programmatic in Europa”.

Commentando la sua nomina, Robin afferma: “Mettendo a disposizione la mia esperienza nei media online, sono entusiasta di unirmi a un leader di mercato globale dedito all’innovazione di prodotto e all’accelerazione dell’adozione di un trading automatico e intelligente nel mercato del VOD. La potenza del media planning programmatic consente ai publisher europei inserirsi nella domanda, indipendentemente dalla regione in cui si trovano e per questo non vedo l’ora di guidare le relazioni con i media per Videology e contribuire ad accelerare il cambio di passo nel mio ruolo di primo piano nelle operazioni dell’azienda in Europa”.