Il presidente della Rai Annamaria Tarantola solleva la questione sul fax inviato dal consigliere Rai Verro a Berlusconi. “Se vero, possibili profili di non coerenza”

(askanews) Il contenuto del fax che il consigliere della Rai, Antonio Verro, avrebbe inviato all’ex premier Silvio Berlusconi “se veritiero fa emergere possibili, eventuali profili di non coerenza con gli obblighi previsti in capo ad un consigliere dalle normative di legge e interne”. Lo ha detto la presidente della Rai, Annamaria Tarantola, nel corso di una audizione alla Commissione di Vigilanza.

Tarantola ha spiegato che il dossier è ora all’esame della commissione etica interna che dovrà condurre un’istruttoria i cui risultati saranno esaminati dai presidenti della Rai stessa, del collegio sindacale e della commissione di vigilanza. Solo successivamente sarà coinvolto il Cda che potrà decidere se proporre all’azionista misure che riguardino Verro.

La Presidente della Rai ha comunque riferito che lo stesso Verro ha dichiarato nel corso della riunione del Cda del 26 febbraio scorso di “non ricordare di aver materialmente scritto la lettera, ma ha riconosciuto che il contenuto della stessa riflette quanto fatto oggetto dei suoi reiterati interventi in Cda e sulla stampa”. (askanews, 3 marzo 2015)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi