Pisicchio sulla Rai: centrali ruolo Parlamento e pluralismo

“L’intervento del dg Gubitosi che illustrava il recepimento da parte della Rai della risoluzione sulla riforma dell’informazione, ha sottolineato che l’atto d’indirizzo va interpretato nella sua parte dispositiva alla luce delle premesse.  E le premesse sottolineano il ruolo centrale del Parlamento, attraverso la Vigilanza, nelle scelte della Rai sul piano dell’informazione. Da questa premessa discende la griglia di impegni che sono stati posti a carico della Rai. La parola d’ordine compresa nel documento della vigilanza  è pluralismo, che va declinato anche nel senso del valore commerciale delle testate delle singole testate giornalistiche. La Commissione ora dovrà approfondire il cospicuo documento di 133 pagine trasmesso dalla Rai”. Lo afferma il presidente del gruppo Misto alla Camera e relatore dellaVigilanza sul progetto di riforma Rai Pino Pisicchio.

Pino Pisicchio (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi