05 marzo 2015 | 9:06

Grillo al Corriere: Le piazze non funzionano più. I divieti tv? Forse ho sbagliato. Il leader M5S pronto al dialogo sulla Rai e dice la sua su Ei Towers-Rai Way

Una nuova fase per i Cinque Stelle. Beppe Grillo la racconta al Corriere partendo dall’incontro con il nuovo inquilino del Quirinale, ma soprattutto parlando di una possibile apertura al dialogo con tutti (Pd compreso) su Rai e reddito di cittadinanza.

Eco alcuni stralci dell’intervista di Beppe Grillo la racconta al Corriere

Beppe Grillo attorniato da giornalisti (foto Loschermo)

Beppe Grillo attorniato da giornalisti (foto Loschermo)

Senta, Roberto Fico ha parlato di una riforma Rai, una tv senza l’influenza dei partiti, un’idea condivisa nei principi anche dal governo…

«Sì, se ci atteniamo ai contenuti. Poi ci sono odi interni e invidie, tante nostre proposte sono state bocciate a priori. Se superiamo questo scoglio, come abbiamo sempre fatto sulle cose buone, su Rai e reddito di cittadinanza dialoghiamo con tutti, anche con il Pd. Ma ci deve essere onestà intellettuale».

(…)

Molti volti del direttorio e non solo sono più spesso in televisione…

«Sono sempre contrario ai talk show, ma ognuno è libero di scegliere il da farsi. Alla tv credo meno perché siamo un Movimento nato in Rete però capisco che ci sia una fetta di elettorato che si informa con i canali tradizionali. Può essere che forse abbia sbagliato io».

Ma davvero crede a una Rai senza partiti?
«La vedo necessaria. Sa cosa mi ha colpito in questi giorni?».

Dica.
«Il fatto che Ei Towers (la società controllata da Mediaset ha lanciato l’opas su Rai Way, ndr ) abbia una struttura congegnata esattamente come Rai Way. Non un caso: è scandaloso, vuol dire che era già tutto preparato».

http://www.corriere.it/politica/15_marzo_04/beppe-grillo-5-stelle-e2334954-c235-11e4-9c34-ed665d94116e.shtml