05 marzo 2015 | 11:44

Dopo #unlibroéunlibro parte la campagna francese #thatisnotabook contro la discriminazione dell’Iva degli ebook

E’ partita il 4 marzo anche in Francia la campagna virale contro la discriminazione dell’Iva degli ebook rispetto a quella dei libri di carta. Promossa dall’Associazione degli editori francesi, il Syndicat National de l’édition, la campagna #thatisnotabook chiede ai lettori d’Oltralpe di distinguere tra ciò che non è un libro e ciò che lo è. Come si legge in una nota dell’Aie, l’obiettivo francese è quello di  proseguire il lavoro fatto dall’Italia per convincere gli altri Paesi UE alla revisione della normativa comunitaria in materia: “Siamo molto contenti che questa battaglia prosegua in chiave europea”, ha spiegato Marco Polillo, presidente Aie, sottolineando come si stia lavorando con il preciso obiettivo di creare una vera campagna comunitaria sul tema. Dopo #unlibroéunlibro l’invito degli editori italiani è dunque quello di sostenere la campagna francese #thatisnotabook, perchè “un libro è un libro, al di là del supporto di lettura”. Adesso la missione, condiviso da Italia e Francia e dall’intera editoria europea, è far cambiare idea agli altri paesi d’Europa.

Marco Polillo

 

Per saperne di più su #unlibroéunlibro e #thatisnotabook è possibile visitare unlibroeunlibro.orgthatisnotabook.eu.