Il presidente dell’Europarlamento Schulz: le industrie creative hanno bisogno del nostro sostegno

(ANSA) “Oggi le industrie culturali e creative hanno bisogno del nostro sostegno. La sentenza sugli e-book deve essere subito affrontata dalla Commissione Ue”, così su Twitter il presidente dell’Europarlamento Martin Schulz dopo la sentenza in cui la Corte Ue dice no all’Iva ridotta sugli e-book in Francia e Lussemburgo. Un tema particolarmente caro al leader socialdemocratico che com’è noto, sin da giovane ha lavorato in diverse case editrici e dal 1982 sino al 1994 è stato anche il proprietario di una libreria a Wurselen. (ANSA, 5 marzo 2015)

Ebook: Commissione Ue,prepariamo ampia revisione sistema Iva

(ANSA) “La Commissione Ue apprezza che gli Stati membri possano voler inserire la cultura tra le priorità della loro politica fiscale. Deve essere fatto nel quadro normativo comunitario. Per questo motivo la Commissione intende affrontare la questione con un’ampia revisione del sistema Iva, ora in preparazione. Speriamo di essere in grado di comunicare su questo nel prossimo anno”, così la portavoce dell’esecutivo Ue su Tasse e dogane Vanessa Mock, dopo la sentenza della Corte Ue sull’Iva ridotta sugli ebook. (ANSA, 5 marzo 2015)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mediaset torna all’utile, crescono pubblicità e audience. Buone previsioni ma incertezza politica

Tim, assemblea conferma Genish ad. Il manager: dobbiamo evolverci rapidamente

Mibact, firmato il decreto attuativo del tax credit per le librerie