Comunicazione, Editoria

06 marzo 2015 | 11:15

Oggi si riunisce il secondo Cda di Rcs Mediagroup: il dialogo resta aperto con Mondadori, ma la decisione finale spetterà ai nuovi consiglieri

(Mf-Dj) Rcs prende tempo sull’offerta presentata da Mondadori per la divisione Libri. Si terrà oggi il secondo consiglio di amministrazione di Rcs Mediagroup nell’arco di una settimana nel tentativo di prendere una decisione sulla vendita di Rcs Libri alla casa editrice di Segrate.
Secondo alcuni azionisti il prezzo offerto da Mondadori sarebbe troppo basso, viste le potenziali sinergie e il risparmio che la casa editrice controllata da Fininvest potrebbe realizzare. Dunque, scrive Repubblica, il compromesso trovato dal presidente di Rcs, Angelo Provasoli, nelle ultime ore sarebbe quello di procedere nella trattativa con Mondadori, ma senza esclusiva e stabilendo una conclusione dell’operazione solo dopo una due diligence che prenderà da uno a due mesi.

Angelo Provasoli (foto Olycom)

In questo modo, spiega il giornale, sarà comunque il prossimo cda di Rcs -quello che sarà eletto dall’assemblea di aprile- a prendere la decisione finale sulla vendita della divisione Libri. Sgravando gli attuali consiglieri da eventuali profili di responsabilità che potrebbero sorgere.

È infatti molto probabile che il nuovo organo di governo, aggiunge il quotidiano, sia completamente diverso dall’attuale. Diversi consiglieri, incluso il presidente, non sono disposti a continuare in un clima di conflittualità perenne tra gli azionisti mentre l’a.d. è sostenuto soltanto da John Elkann che attraverso la Fiat è comunque primo socio con il 16,7%. Tuttavia, conclude il quotidiano, è ancora buio fitto sul numero e sulla composizione delle liste che dovranno essere presentate entro fine marzo.(Mf-Dj, 6 marzo 2015)