New media

06 marzo 2015 | 12:54

Apple si prepara a sbarcare nel settore della musica in streaming a giugno con un servizio multipiattaforma

(ANSA) Apple, con tutto il suo peso, si prepara ad entrare a giugno nel settore della musica in streaming sfidando colossi come Spotify. Al servizio l’azienda di Cupertino sta lavorando da un anno dopo l’acquisizione di Beats, l’azienda legata al volto del rapper e produttore Dr. Dre che crea anche le famose cuffie hi-fi. Secondo indiscrezioni dei siti specializzati, il lancio del servizio è previsto a giugno nel corso della conferenza degli sviluppatori di Apple. In particolare, secondo 9to5Mac e Techcrunch, la data giusta potrebbe essere l’8 giugno. La novità è che il servizio potrebbe essere multipiattaforma, quindi non soltanto adattabile ai dispositivi della Mela ma anche a quelli con sistema operativo Android, della rivale Google, che per altro ha già un suo servizio che si chiama Play Music. Non è ancora chiaro se il servizio di Apple-Beats si svilupperà come applicazione autonoma o sarà integrato in iTunes. Sempre secondo i ‘rumors’ il prezzo dovrebbe essere concorrenziale, si parla di circa 8 dollari al mese, meno di Spotify e di servizi simili presenti ora sul mercato. Dopo la presentazione alla Worldwide Developers Conference (WWDC), il servizio dovrebbe debuttare per il grande pubblico a settembre con l’arrivo del nuovo iPhone e il relativo aggiornamento del sistema operativo iOS 9. (ANSA, 6 marzo 2015)

Tim Cook, ceo di Apple (foto-Olycom)

Tim Cook, ceo di Apple (foto-Olycom)