Comunicazione, Editoria

10 marzo 2015 | 18:43

Proposta di mediazione da John Elkann sulle nomine Rcs: disponibili a trattare sul direttore generale e il multimediale

(MF-DJ) C’è una proposta di John Elkann all’esame degli altri grandi soci per sbrogliare la matassa sulla nuova governance di Rcs. Il presidente di Fca, primo socio con il 16,7%, secondo quanto scrive Il Messaggero, avrebbe ribadito la sua intenzione di confermare Pietro Scott Jovane nel ruolo di amministratore delegato. Ma rispetto al passato, quando Elkann difendeva a spada tratta ruolo e poteri del timoniere, ora ci sarebbe una significativa variante.

John Elkann (foto Olycom)

John Elkann (foto Olycom)

In cambio, infatti, Elkann sarebbe disponibile a concedere agli altri azionisti forti, oltre alla nomina del presidente, anche la scelta di un direttore generale cui affidare la delega sulle attività relative ai news business. Quindi lo sviluppo delle attività multimediali che, secondo il piano industriale, attuato finora molto parzialmente, dovrebbero consentire la ripresa del gruppo.

Al fianco di Fca, prosegue il giornale, non ci sarebbe però, incondizionatamente, Mediobanca, scesa al 6,2%. Da Piazzetta Cuccia, sottolinea il quotidiano, si fa notare che la linea è sempre quella espressa da Alberto Nagel durante la conference call sulla semestrale e cioè che Mediobanca appoggerà “una lista per il consiglio se autorevole e condivisa”. Quindi, continua il quotidiano, non c’è alcun asse di ferro tra Fca e Mediobanca, come invece si è raccontato dopo il faccia a faccia di venerdì 20 febbraio. La situazione è quindi ancora fluida. (MF-DJ, 10 marzo 2015)