Comunicazione, New media

10 marzo 2015 | 10:59

Rimpasto manageriale delle piattaforme e-commerce di Alibaba. Nuova business unit per un uso più efficiente delle risorse

(Mf-Dj) Alibaba Group Holding ha varato un rimpasto della prima linea manageriale delle sue piattaforme di e-commerce cinesi. L’iniziativa e’ finalizzata a risolvere alcuni problemi emersi negli ultimi mesi come le accuse di commercializzazione di prodotti contraffatti.
Secondo una fonte informata dei fatti, Wang Yulei, numero uno della piattaforma Tmall.com, e’ stato costretto ad abbandonare tale posizione pur rimanendo all’interno dell’azienda. In una nota Alibaba ha invece rivelato di aver affidato a Jeff Zhang, ex presidente dell’altra piattaforma Taobao.com, il timone di una nuova business unit che comprende tutte le piattaforme retail cinesi. La divisione, denominata “China Retail Marketplaces”, sarà infatti responsabile di Taobao, Tmall e Juhuasuan.

Jack Ma, presidente esecutivo di Alibaba Group (foto Xinhua)

Jack Ma, presidente esecutivo di Alibaba Group (foto Xinhua)

Le piattaforme continueranno ad operare in mondo autonomo e indipendente ma i responsabili saranno a diretto riporto di Zhang in mondo da consentire un uso piu’ efficiente delle risorse, ha spiegato Alibaba. A sua volta Zhang dovrà riportare direttamente al direttore operativo Daniel Zhang.

Il rimpasto manageriale arriva in un momento delicato per il colosso dell’e-commerce cinese. Lo scorso gennaio l’Amministrazione Statale per l’Industria e il Commercio ha accusato Alibaba di non riuscire a reprimere sulle sue piattaforme la vendita di prodotti contraffatti, fenomeni di corruzione e altre attività illegali. Oltre alle accuse la società cinese ha pagato anche i risultati finanziari deludenti in particolare sul fronte della crescita dei ricavi e della penetrazione nel mondo della telefonia mobile. (Mf-Dj, 10 marzo 2015)