Comunicazione, New media

10 marzo 2015 | 12:37

Twitter compra Periscope, una start up che ha progettato un’ app per trasmettere video ‘live’

(ANSA) Dopo aver facilitato l’opzione per allegare clip video ai “cinguettii”, Twitter non molla la presa sul versante filmati e compra Periscope, una start up che ha progettato un’applicazione per lo streaming in diretta dagli smartphone. L’indiscrezione arriva dal sito Business Insider, secondo il quale l’acquisizione sarebbe avvenuta un mese fa con una transazione che potrebbe aver superato i 50 milioni di dollari. ‘Periscope’ non è ancora stata ufficialmente lanciata. E’ in versione beta e non pubblica, quindi circoscritta agli sviluppatori che la stanno testando. Con questa acquisizione Twitter insegue un trend in ascesa visto il recente successo di app come Meerkat, lanciata da poco e già virale, che consente agli utenti di trasmettere ‘live’ quello che accade (molti giornalisti e blogger l’hanno usata ieri per condividere in tempo reale l’evento di Apple). Un’altra app per il live streaming, YouNow, ha attirato l’attenzione di numerosi investitori e la sua crescita è schizzata negli ultimi mesi. Anche con Vine, l’app per condividere sul microblog clip-lampo di pochi secondi, Twitter completò l’acquisto con l’app ancora in beta. Negli ultimi mesi Twitter ha particolarmente accentuato la sua strategia sui video. A fine gennaio ha annunciato novità che in qualche modo segnano anche il superamento di Vine: ora allegare un video al tweet si può fare direttamente, cliccando sull’icona della macchina fotografica. Si possono registrare diverse clip in una volta sola, fare il montaggio e infine pubblicare un video con una durata massima di 30 secondi. (ANSA, 10 marzo 2015)

Dick Costolo (foto Olycom)