Editoria

12 marzo 2015 | 15:34

Padre Lombardi: riceviamo fino a quattro richieste di interviste al Papa al giorno

(AGI)  La Sala Stampa della Santa Sede riceve “praticamente ogni giorno tre o quattro domande di interviste con il Papa da parte di testate anche piuttosto importanti, di tutte le diverse parti del mondo”.Lo ha rivelato il direttore dell’organismo, padre Federico Lombardi, commentando alla Radio Vaticana il secondo anniversario dell’elezione di Bergoglio che cade domani.

“C’e’ un grandissimo desiderio – ha spiegato Lombardi – un grandissimo interesse, perche’ naturalmente i media interpretano in qualche modo l’attesa, l’interesse della gente”.

Secondo Lombardi, queste continue richieste di intervistare Francesco rappresentano “un indice del fatto che la gente guarda verso il Papa con molta attenzione, con molta attesa; desidera da lui una parola, e’ presa dalla credibilita’ e dalla efficacia della sua testimonianza come leader morale – religioso – per il mondo di oggi, con tanto desiderio di orientamento da parte di persone che si trovano nelle situazioni piu’ disparate, nelle diverse parti del mondo”. “Questo interesse da parte dei media – ha affermato il protavoce – e’ sempre vivacissimo e in larghissima parte, positivo. Questo per me e’ una cosa bella, nel senso che io credo che i media possano avere – debbano avere – anche una funzione molto positiva nel mondo per la formazione dell’opinione pubblica, per l’informazione; e allora, che debbano essere aiutati per trovare le buone cause, le notizie positive, le vere preoccupazioni da presentare al mondo di oggi”.

Nell’intervista, Lombardi ha ammesso tuttavia che non mancano “parti un po’ marginali del mondo mediatico che sono colpite dalla liberta’, dall’originalita’ con cui il Papa affronta certe situazioni, e ne rimangono un po’ disorientate, un po’ confuse e mettono in rilievo questo aspetto”. Pero’, ha osservato, “questo dipende dal fatto che magari non hanno quella positivita’ di prospettiva dal punto di vista della fede o dal punto di vista, anche, del guardare in avanti, che e’ importante per comprendere e accompagnare un pontificato come quello di Francesco”. Secondo il portavoce, insomma, “il fatto che si giornalisti si sentano stimolati e interessati da una figura come quella di Papa Francesco, che certamente ha a cuore di tutte le sue attenzioni il bene della persona umana e il bene dell’umanita’ nel suo rapporto con Dio e nei rapporti con tutte le persone e la convivenza tra i popoli, e’ qualcosa di molto bello”. “Io spero – conclude Lombardi – che tutto questo duri e che continui”. (AGI, 12 marzo 2015)

Bergoglio

Papa Francesco (foto Olycom)