Comunicazione, Editoria, New media

16 marzo 2015 | 15:28

Class Editori sigla la partnership con WeToBusiness, per lo sviluppo di WeChat in Italia e la promozione delle aziende italiane in Cina

(Mf-Dj) Class E. diventa socio di WeToBusiness, il veicolo operativo di WeChat in Italia. La partnership fra la casa editrice e l’official reseller, oltre alla partecipazione di Class al capitale prevede l’offerta di servizi, basati sulla piattaforma WeChat, rivolti alle aziende italiane che vogliono sfruttare le opportunità del mercato cinese.
Grazie alla collaborazione con WeChat Italia, infatti, Class Editori (che assieme a DowJones & Co. controlla quest’agenzia) e il veicolo operativo possono offrire una presenza su WeChat anche in Cina ad aziende italiane che non dispongono di un’entità legale in loco. Presenza finora impossibile per le norme cinesi.

Attraverso l’apertura di un account ufficiale su WeChat, aziende di piccole, medie e grandi dimensioni possono offrire direttamente servizi di vendita, fornire assistenza clienti ed effettuare azioni di marketing su clienti e prospect cinesi, attingendo da un bacino di oltre 1 miliardo di utenti registrati.

Paolo Panerai, Editor-in-Chief e Ceo di Class Editori (Olycom.it)

“Chi non ha un account su WeChat, in Cina è come se non esistesse”, dicono con convinzione negli uffici diplomatici italiani nell’ex-celeste impero; attivarlo significa quindi compiere il primo passo per avere una vetrina in Cina anche dall’Italia, per sviluppare rapporti più solidi, per seguire e profilare potenziali clienti, ma anche dotarsi di uno straordinario strumento di comunicazione con i cinesi che anche ai livelli più alti lo usano in totale alternativa al telefono e alle mail, potendo anche creare comunità aziendali o fra amici.

L’apertura di un account su WeChat rappresenta anche un’opportunità per le aziende che stanno usando la piattaforma di e-commerce CCIGMall, rappresentata in Italia da Class Editori, per rafforzare la propria strategia di sviluppo nel mercato asiatico, posizionandosi su quello che è anche un formidabile social media oltre che uno strumento completo di comunicazione.

Inoltre, la presenza diretta di WeChat in Italia, dove si contano già numerosi milioni di utenti registrati, pone il paese, anche grazie all’offerta di servizi di Class, come trampolino per lo sviluppo della piattaforma in Europa.

I servizi offerti da Class Editori si rivolgono non solo ad aziende interessate ad esportare o intrattenere rapporti d’affari in Cina, ma anche a tutte quelle realtà italiane che vogliono rivolgersi ai turisti cinesi che vengono in Italia (oltre 1 milione previsto quest’anno per l’Expo).

Infatti, sul prossimo account WeChat di Eccellenza Italia, il sistema di informazione di Class Editori composto da un magazine che viene consegnato in Cina ai richiedenti il visto per l’Italia, da una applicazione e da un sito web tradizionale, sarà possibile effettuare campagne pubblicitarie a target geolocalizzate sui visitatori cinesi in Italia.

Grazie a WeChat e WeClass (la apposita divisione di Class Editori), negozi ed aziende italiane potranno dialogare con i turisti e proporre i propri servizi, direttamente in chat oltre a poter poi seguire i clienti e profilarli in logica CRM (Customer relationship management).

Diventa così ancora più’ completo il sistema editoriale e di comunicazione di Class Editori verso la Cina e dalla Cina, comprendendo anche i siti www.vendereaicinesi.it, www.turisticinesi.it e l’App guida turistica e allo shopping ChinatoItaly.

“Siamo felici della partnership con WeChat che ha una tecnologia superba e un regolamento di rispetto totale della privacy senza confronti rispetto a servizi simili ma neppure comparabili sul piano tecnologico. Tanto sicuro che è utilizzato anche ai massimi livelli del potere cinese. Il servizio WeChat funziona anche da strumento di pagamenti digitali”, ha commentato Paolo Panerai, Editor-in-Chief e Ceo di Class Editori. “Del resto la piattaforma Tencent, che possiede WeChat e che è recentemente diventata anche banca on line, è riconosciuta nel mondo come quella tecnologicamente più avanzata. Per Class Editori è un onore poter offrire questi servizi alle aziende italiane di tutte le dimensioni”.

“Anche noi siamo felici e onorati che un editore importante, e da sempre leader nei rapporti Italia-Cina, abbia deciso di investire nella creazione di un’offerta dedicata alle imprese italiane basata sulla nostra piattaforma”, aggiunge Andrea Ghizzoni, Country Director di WeChat Italia.

“L’avanzata in Europa di WeChat e Tencent parte non a caso dall’Italia, il paese di Marco Polo e Padre Ricci. I cinesi di ciò non si dimenticano. Siamo orgogliosi di poter offrire la migliore tecnologia di comunicazione con una garanzia assoluta della privacy. Per le aziende italiane e per gli italiani sarà un grande passo avanti nel digitale e nell’internazionalizzazione delle nostre imprese”.

Per attivare il servizio le aziende potranno inviare una e-mail a weclass@class.it o telefonare ai numeri 02-58219522 o al 3355784865 (dr.Francesco Rossi). (Mf-Dj, 16 marzo 2015)