17 marzo 2015 | 13:23

Google vs. le doorway page: annunciati cambiamenti sull’algoritmo che gestisce i posizionamenti dei risultati di ricerca

Google ha recentemente annunciato che verranno apportate importanti modifiche alla politica di gestione delle cosiddette doorway page, create per migliorare la rintracciabilità dei siti sui motori di ricerca, con l’intento di scoraggiarne l’uso, e l’abuso, da parte degli utenti.Come scrive The next Web, lo scopo delle pagine doorway è quello di procurare ad un sito web il massimo posizionamento, in base ad una parola chiave o una specifica frase, e incrementare così le possibilità di visita della home page cui queste sono collegate.
La distinzione tra questo tipo di pagine e quelle definite ‘landing’ non è poi semplice: simili all’apparenza ma diverse nei contenuti. Mentre infatti le prime attirano i naviganti con l’inganno, mostrando informazioni irrilevanti tra risultati, le seconde forniscono invece informazioni utili.

Benchè la funzione sia già stata considerata come ‘spam’ da alcuni motori, Google ha ribadito che provvederà a modificare l’algoritmo, penalizzando così tali pagine:

“Nel corso degli anni, abbiamo visto siti che cercavano di massimizzare la loro ‘impronta di ricerca’ senza aggiungere alcun valore che fosse unico e distinto. Queste ‘campagne doorway’ si presentano sottoforma di pagine di sito, come un dominio, o una loro combinazione. Per migliorare la qualità dei risultati di ricerca presto lanceremo uno strumento di regolazione che incida sul posizionamento, e affrontare meglio questo tipo di pagine. I siti che si avvalgono in modo smisurato e consolidato di queste tecniche potrebbero subire forti conseguenze dai cambiamenti in atto.”

Google ha anche chiarito la sua definizione di ‘Doorway page’, con la possibilità da parte dell’utenza di avanzare delle domande e capire se quella che si sta utilizzando sia classificata come tale.

Eric Schmidt (foto Olycom)

Eric Schmidt (foto Olycom)

Google plans ranking algorithm change to penalize doorway pages

(Thenextweb.com) Google today announced that it’s making a change in the future to how it ranks ‘doorway pages’ and is encouraging users to stop utilizing them ahead of the changes.

Doorway pages are used to help rank a website for a particular keyword or phrase that is not heavily mentioned on the site itself. These pages are specifically crafted for search results and are not usually linked to anywhere on the site itself.

It’s easy to confuse doorway pages with landing pages, but they’re not the same thing. A landing page provides useful information for the user who visited whereas a doorway page simply tricks the user into coming to the site by showing irrelevant information in search results.

Although the technique was already considered spammy by some search engines, Google said today that it plans to tweak the algorithm further to penalize those pages in results:

Over time, we’ve seen sites try to maximize their “search footprint” without adding clear, unique value. These doorway campaigns manifest themselves as pages on a site, as a number of domains, or a combination thereof. To improve the quality of search results for our users, we’ll soon launch a ranking adjustment to better address these types of pages. Sites with large and well-established doorway campaigns might see a broad impact from this change.

Google has also clarified its definition of a doorway page along with adding questions to help you understand if what you’re using is a categorized as one. (Thenextweb.com, 16 marzo 2015)