Editoria

17 marzo 2015 | 17:33

BookCity Milano: l’edizione 2015 tra Expo e la promozione nelle scuole

(ANSA) Un tasso di internazionalità più alto e l’accento sulla promozione della lettura specialmente nelle scuole: si mette in moto la macchina di BookCity Milano 2015 e a raccontarlo oggi a stampa ed editori sono stati l’assessore alla cultura Filippo Del Corno e il presidente della manifestazione Luca Formenton.

Luca Formenton, presidente di BookCity Milano (foto Olycom)

La cavalcata che porta alla rassegna libraria del 22-25 ottobre è partita già il 5 marzo, quando Milano è diventata ufficialmente la prima ‘Città del libro’ e proprio nel corso del prossimo BookCity sarà annunciata la Città del libro 2016.
Mentre le iniziative collegate cominciano a profilarsi (a partire da Bookpride del 27-29 marzo e Ioleggoperché del 23 aprile) l’appuntamento più importante per Del Corno è in giunta con l’annunciato ‘patto locale per la lettura’: “Riconosceremo per la prima volta la lettura come risorsa strategica della società”, dice l’assessore. Ma l’appuntamento con Expo, di cui BookCity sarà il culmine del palinsesto cittadino, non è meno importante: “In questa esposizione sarà rappresentato il 93% della popolazione mondiale, più che mai – prosegue Del Corno – BookCity deve riflettere questo multiculturalismo”. Perciò l’invito agli editori è a puntare in alto con ospiti di profilo internazionale: “Forse bisogna cambiare strategia e programmare meno eventi ma in modo più virtuoso, con 1023 incontri nel 2014 abbiamo raggiunto la saturazione”. Ma BookCity 2015 non sarà solo fatta di grandi appuntamenti e anche quest’anno sarà diffusa in tutta la città a partire dalla sede centrale del Castello Sforzesco: “La gran parte delle 130 mila presenze del 2014 si è registrata in eventi medio-piccoli” ha sottolineato Formenton. Resta l’obiettivo dichiarato di creare nuovi lettori e anche per questo BookCity si rivolgerà di nuovo alle scuole con una serie di progetti di durata annuale in un ciclo che si chiuderà il 23 aprile 2016: per il 1 ottobre BookCity invita gli editori ad aprire le proprie porte agli studenti, mentre il 22 ottobre (prima giornata della rassegna in coincidenza con l’iniziativa ‘Libriamoci’) sono editori e scrittori ad essere invitati nelle scuole milanesi.
Con il programma BookCity Young nelle biblioteche milanesi, poi, la manifestazione vuole attrarre alla lettura i giovani con eventi su cibo (Cucina delle storie, oltre 80 laboratori nell’arco di 3 mesi) e musica (Read and Play, reading musicali e concerti nelle biblioteche). (ANSA, 17 marzo 2015)