19 marzo 2015 | 11:40

Internet Explorer va in pensione. La nuova sfida di Microsoft si chiama ‘Progetto Spartan’

Durante la recente ‘Microsoft Convergence conference’, il direttore marketing Chris Capossela ha confermato i rumours che circolavano ormai da mesi: il colosso di Redmond ha deciso di abbandonare il suo criticatissimo browser Internet Explorer. Come riportato dal Financial Times e AdWeek, Microsoft ha annunciato che un nuovo browser, per ora senza nome, è in fase di sviluppo su Windows 10 con il nome in codice ‘Project Spartan’.
L’azienda di Bill Gates ha però specificato che Internet Explorer rimarrà disponibile anche su Windows 10. Nonostante questa possibilità, sembra ormai chiaro che l’era di Explorer sia arrivata al termine. Una decisione più che logica secondo gli esperti di marketing, negli ultimi anni la quota di mercato del browser Microsoft è calata costantemente, grazie anche all’azione e alle innovazioni dei principali concorrenti – Chrome, Firefox e Safari su tutti.

Chris Capossela

Chris Capossela (foto Microsoft.com)

Internet Explorer, soprattutto negli anni 2000, non ha mai goduto di grande popolarità. Le scarse prestazioni del browser el’interfaccia poco user-friendly hanno finito per offuscare l’immagine del marchio; non bisogna dimenticare però che proprio Explorer è stato uno dei pionieri per le grandi innovazioni del web, come il Java Script.
Con il pensionamento del suo browser storico, Microsoft si apre ad una delle più grandi sfide del brand, tecnica ma anche di marketing: sviluppare un software in grado di competere con i ‘grandi’ ma anche creare un brand globale e complementare rispetto alla stessa Microsoft. Il Progetto Spartan dovrà fare tutto questo e, coerentemente con il suo nome, dovrà tenere fede alla legge di Sparta: vincere o morire.