La posizione del governo italiano sul Mercato unico digitale (DOCUMENTO)

“Gli Stati membri devono garantire a tutti i cittadini un accesso adeguato alla rete, e l’Italia ritiene che sia necessario procedere con la revisione della Direttiva sul ‘servizio universale’. L’Europa dovrebbe avere la forza di allargare definitivamente e in modo chiaro il concetto di servizio universale alla connettività dati fissando un valore minimo di banda garantito a tutti i cittadini europei, in linea con gli obiettivi dell’agenda UE2020”.

È un passaggio del position paper che l’Italia ha presentato alla Commissione europea sul Mercato unico digitale (Digital single market). Rappresenta il punto di vista del governo italiano sul tema.

Scarica o leggi il documento (.pdf)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Agcom, crisi editoria richiede ampia riflessione, in 10 anni perso metà del peso. Cardani: Sic vale 17,6 mld

Un americano su cinque naviga su smartphone senza avere la connessione internet in casa

Digitale: italiani fanalino di coda in Ue; ultimi per lettura di news online