Comunicazione, Editoria

25 marzo 2015 | 18:19

Messina: l’obiettivo di Intesa Sanpaolo è vendere le quote Rcs entro il 2017. E Miccichè nega le indiscrezioni sul suo prossimo ingresso nel gruppo

(ANSA) Al Ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, non interessano le liste per il Cda di Rcs ma vendere la partecipazione entro il 2017. Lo ha detto a margine della presentazione del padiglione della banca all’interno del sito Expo.

Carlo Messina, ad di Intesa Sanpaolo (foto Olycom)

“Liste di nomi non mi interessano, sono cose su cui non mi trovo a mio agio”, ha detto. “L’obiettivo è e resta quello di vendere la nostra partecipazione, entro il 2017″. “La mia priorita’ – ha proseguito – come avrete capito e’ dare credito agli italiani, come riportare in bonis le aziende che oggi hanno degli incagli. La mia priorità non è occuparmi di Rcs, di questa azienda siamo grandi creditori, quello che mi interessa è che i piani industriali siano ben fatti”. “Come creditori di Rcs, si deve fare in modo che abbia un percorso industriale importante, che deve essere valutato dagli azionisti core e non da chi ha una piccola partecipazione”. Infine, Messina non ha dato commenti sul lavoro di Pietro Scott Jovane: “Non giudico l’operato di altri amministratore delegati”. (ANSA, 25 marzo 2015)

Rcs: Micciché, una bugia mio ingresso nel gruppo, resto qui

(ANSA) “E’ una bugia, faccio un lavoro meraviglioso, il più bello del mondo che è sostenere le imprese e niente mi porta via da questo. Resto in Intesa Sanpaolo fin quando lo vorranno”. Così il direttore generale di Intesa Sanpaolo, Gaetano Micciché, a proposito di indiscrezioni che lo vorrebbero prossimo a entrare in Rcs. (ANSA, 25 marzo 2015)