25 marzo 2015 | 16:09

Maccio Capatonda dirigerà ‘Bob Torrent’, la prima web serie targata Infinity

Il servizio streaming Infinity lancia la serie web Bob Torrent, con la regia di Maccio Capatonda e nato da un’idea dell’agenzia Leo Burnett. Dieci puntate che raccontano il lato oscuro della cinematografia pirata, in chiave surreale e divertente.

Maccio Capatonda e Herbert Ballerina (Olycom.it)

Maccio Capatonda dirigerà il gruppo di attori da sempre presenti nelle sue “creazioni”, dai tempi dei primi mitici trailer realizzati per Mai Dire Gol. Maccio non si limiterà solo alla regia, ma in alcune puntate irromperà sulla scena con divertenti e surreali cameo.

“Bob Torrent è una mini serie comica sulla pirateria digitale dei film e delle serie tv nata da un’idea dei creativi della Leo Burnett. Io sono stato chiamato successivamente per Macciocapatondizzare il tutto revisionando le sceneggiature e cimentandomi nella regia, oltre che in diversi camei” afferma Maccio Capatonda, che racconta la sua esperienza con Infinity così: “Io cerco di realizzare prodotti in cui credo e che mi diano la possibilità di esprimermi in totale libertà  e Infinity mi ha dato questa possibilità. I creativi hanno scritto un concept perfetto per me e per il mio modo di lavorare. Abbiamo cercato di scherzare sul mondo della pirateria digitale raccontando più o meno le esperienze di tutti noi. Faccio questo lavoro per divertire ma soprattutto per divertirmi e in questa esperienza mi sono divertito tantissimo.”

Bob Torrent narra le vicende dell’omonimo protagonista, personaggio megalomane e perfido. Produttore cinematografico fallito, Bob decide di vendicarsi diventando il re dei film pirata. Come? Producendo nei fatiscenti studios della Torrent Production film e serie tv di bassissima qualità che spaccia per grandi capolavori di Hollywood o serie tv cult, imbrogliando gli utenti del web.
Puntata dopo puntata vedremo Bob alle prese con la creazione di serie tv di bassa qualità, orrendi film indiani, piattaforme in streaming che non funzionano, torrent pieni di virus.
Ad aiutarlo nelle sue imprese un team di collaboratori imbranati e divertenti: l’assistente Licio Chiss me (interpretato da Herbert Ballerina), la stagista Assunta May, la segretaria Silvia Pelvica, il responsabile IT Giobbe e il magazziniere Pino detto Abete (interpretato da Ivo Avido).
A fare le spese di tutto ciò gli utenti incauti che scaricano i contenuti pirata, in particolare, una coppia di ragazzi che scopre con il passare del tempo tutti i lati negativi della pirateria.