Mercato

25 marzo 2015 | 17:02

GroupM Entertainment annuncia la partnership con Ciaopeople Media Group per la produzione di contenuti

GroupM Entertainment, divisione della holding media GroupM (WPP Group) dedicata allo sviluppo di proprietà intellettuale, al finanziamento, alla produzione e alla distribuzione di contenuti, annuncia i nuovo accordo di partnership siglato con Ciaopeople Media Group, editore di Fanpage.it e The Jackal GroupM Entertainment annuncia di aver siglato un nuovo accordo di partnership con Ciaopeople Media Group per la produzione di contenuti.

“Proseguiamo intensamente lo sviluppo di GME, lavorando in parallelo a quattro nuove linee di business già attive – dichiara Chiara Crocetti, Head of Entertainment & Content di GroupM Entertainment. Continuiamo a scandagliare il mercato per individuare i nostri partner d’elezione, incontrando, scegliendo e supportando ciò che per noi rappresenta il meglio di quanto può offrire questo Paese in tema di talenti e di capacità produttive nell’area dell’entertainment e dei contenuti.”

“La linea di sviluppo delle partnership è nata dalle conversazioni con le case di produzione, conversazioni che vedono GME nel suo ruolo primario di produttore di contenuti puri. E’ stato naturale dialogare anche su altri temi, e decidere di assumere il ruolo di selettore di qualità nella creazione di contenuti branded”, continua Chiara Crocetti.

“La nuova partnership con Ciaopeople Media Group si aggiunge a quelle con Vice e con Fremantle, ed è anch’essa immediatamente operativa per le nostre agenzie e i loro clienti e attivata attraverso l’intervento dei reparti strategici e dei content manager delle agenzie”.

“Ciaopeople, con Fanpage.it e The Jackal, ha portato da qualche tempo una ventata di freschezza: hanno il dono di saper raccontare storie con l’ironia travolgente di The Jackal o con la delicatezza e l’emozione dei contenuti a marchio Ciaopeople. Li abbiamo osservati nelle loro produzioni sul web e ad Announo, ma anche nel trattamento delle loro produzioni branded: impossibile non desiderare di averli tra i partner di GME ”- conclude Crocetti.