Comunicazione, New media

27 marzo 2015 | 11:04

Positivo il primo test sul velivolo di Facebook per portare Internet in aree remote. Poco altruismo e tanta voglia di aumentare il numero di utenti attivi secondo molti

(askanews) L’amministratore delegato di Facebook, Mark Zuckerberg, ha annunciato che il primo test del velivolo solare per portare internet in aree remote del mondo è stato condotto con successo. L’esperimento è stato portato a termine in Gran Bretagna con il prototipo di drone chiamato project Aquila.

Mark Zuckerberg (foto Olycom)

Mark Zuckerberg (foto Olycom)

“Dispositivi come questo aiuteranno a connettere il mondo, perché hanno un costo ragionevole e possono essere usati in aree dove vive il 10% della popolazione mondiale, comunità remote che non hanno infrastrutture che portano loro internet”, ha detto Zuckerberg in un messaggio pubblicato sulla sua pagina personale del social network.

Secondo le stime del social network ci sarebbero milioni di persone che vivono in zone non coperte da internet o con poca presenza della rete. Il progetto è stato sviluppato da Menlo Park all’interno di internet.org, un’applicazione per Android e per i computer che fornisce gratis la possibilità di usare Facebook, Messenger, Wikipedia e il motore di ricerca Google.

Ma non mancano le critiche. Secondo molti osservatori l’iniziativa di Menlo Park non rappresenta solo un gesto di altruismo: serve a Facebook per aumentare il numero dei suoi utenti attivi nel mondo, che secondo le stime di fine gennaio sono 1,4 miliardi al mese. (askanews, 27 marzo 2015)