Comunicazione, New media

27 marzo 2015 | 17:09

La presidente della Camera, Laura Boldrini: Internet è un nuovo diritto e come tale va trattato

(askanews) Il mondo globale e l’uso dei social media sono divenuti fattori essenziali al punto che il Web, internet sono diventati “nuovi diritti e come tali vanno trattati”. Ne è convinta la presidente della Camera Laura Boldrini che oggi a Napoli ha partecipato all’inaugurazione del Centro interdipartimentale Ermes dell’Ateneo Federico II che promuove lo scambio culturale e la sinergia fra discipline diverse come la giurisprudenza, l’ingegneria e l’Information Tecnology.

Laura Boldrini (foto Olycom)

Laura Boldrini (foto Olycom)

Nel suo discorso Boldrini ha sottolineato l’impegno profuso a Montecitorio per istituire la Commissione internet e anche vecchie esperienze quando era ancora nell’Onu in varie missioni fra i rifugiati. Momenti nei quali ha compreso quanta importanza ha il Web anche e soprattutto per quei popoli in fuga e privati della libertà effettiva. Di qui la convinzione che in particolare la banda larga sia “un diritto di prima necessità, come l’acqua per l’agricoltura. Senza l’acqua l’agricoltura muore”.

Nel contempo la presidente della Camera ha messo in guardia dal “falso mito per cui internet è libero. Ci sono regole ma sono dettate da chi è più forte”. “Con questo spirito – ha aggiunto – stiamo lavorando a una Carta dei principi di internet. Una sorta di Carta Costituzionale di ampio respiro, anche internazionale”.
“L’obiettivo – ha concluso – è di arrivare a una mozione firmata da tutti i gruppi”. Nella commissione internet istituita a Montecitorio siede, tra gli altri, la professoressa Giovanna De Minico, direttore di Ermes (European Research Centre on Media for E-Society) della Federico II di Napoli. Per il primo cittadino Luigi de Magistris, studi e sinergie in questo contesto saranno utili per “mettere insieme banche dati che meglio delle task force daranno un contributo alla lotta contro l’evasione fiscale”. (askanews, 27 marzo 2015)