Radio

31 marzo 2015 | 12:23

Tidal si rilancia. Il servizio di musica in streaming delle star vuole far concorrenza a Spotify

(Ansa) – Il settore della musica in streaming si scalda – e affolla – ancora di più in attesa del debutto del ‘gigante’ Apple Beats. Tidal, servizio simile a Spotify acquistato all’inizio dell’anno dal rapper Jay Z, ora annovera tra i proprietari anche star della musica internazionale come Madonna e Beyoncé.

Jay Z

Jay Z

In conferenza a New York, gli artisti hanno annunciato il rilancio di Tidal con una nuova formula di abbonamento da circa 10 dollari al mese, più economica rispetto a quella ‘premium’.

Tidal ha come obiettivo quello di “ridare” valore alla musica, offrendo royalty maggiori (circa il doppio rispetto ai concorrenti, secondo The Verge) agli artisti che decidono di farne parte rispetto a servizi simili che offrono musica in streaming anche gratis col supporto della pubblicità. Tra i co-proprietari di Tidal ci sono anche Kanye West, Daft Punk, Alicia Keys, Jack White, Nicki Minaj. Secondo il blog del Wall Street Journal, Tidal sarebbe riuscita ad avere il supporto di Taylor Swift che mesi fa aveva deciso di non rendere più disponibili i suoi brani su Spotify. Quest’ultimo ha circa 60 milioni di utenti (15 milioni per la versione premium). Tidal al momento circa 17mila utenti (tutti a pagamento). Anche Apple, stando alle ultime indiscrezioni, sta lavorando insieme a musicisti e produttori musicali (in primis Trent Raznor e Jimmy Iovane) per lanciare il suo servizio di musica in streaming che dovrebbe essere pronto per il debutto a giugno e che nasce dalle ‘ceneri’ di Beats Music. Il mercato di riferimento del resto è più che allettante: per la prima volta negli Usa i ricavi generati dalla musica in streaming hanno superato quelli delle vendite di cd. (Ansa, 31 marzo 2015).