31 marzo 2015 | 14:58

Kijiji.it (eBay) non solo portale di compravendita ma anche osservatorio della società. In Italia crescono condivisione e attenzione all’ambiente

Condividere è meglio che possedere. Questo sembra un po’ il messaggio che emerge analizzando i trend delle migliaia di annunci che ogni giorno passano da Kijiji.it, il portale di eBay guidato dal country manager Luke Miller.

Chiara Bonifazi e Luke Miller (foto Primaonline.it)

Chiara Bonifazi e Luke Miller (foto Primaonline.it)

“Osserviamo, ad esempio, un crescendo di annunci di cohousing cioè di persone che cercano soluzioni di coabitazione. Fenomeno non solo giovanile visto che abbiamo anche tanti anziani che cercano soluzioni alternative al classico ricovero”, spiega Chiara Bonifazi, PR Manager di Kijiji.it che annuncia una nuova campagna di comunicazione (soprattutto tv, web e below the line), un nuovo posizionamento e più presenza sul territorio a livello marketing e comunicazione con tante iniziative ‘local’ per strada tra la gente. Bonifazi comunica anche che nel 2014 la raccolta pubblicitaria del portale italiano è cresciuta del 24%.

Lo spot tv 2015: Chi compra, chi vende. Kijiji

 

Nel comunicato stampa si legge infatti che, nell’anno del suo decimo compleanno, Kijiji.it debutta con una nuova spinta ed un nuovo impulso sotto il profilo del marketing e della comunicazione.
Nei mesi scorsi è stata lanciata una nuova campagna tv, composta da due soggetti differenti in onda sulle principali emittenti televisive nazionali, che riprenderà nei prossimi mesi e che fino ad ora ha raccolto un grande successo in termini di pubblico raggiunto e anche di engagement sui social media, tale da spingere utenti a realizzare simpatiche e divertenti parodie in chiave user generated content, a testimonianza dell’efficacia del messaggio veicolato.
Ora Kijiji.it continua la sua attività di comunicazione, coerente con il nuovo posizionamento che si è assegnata, e che si traduce in un linguaggio più memorabile e in codici di comunicazione più divertenti e smart, scegliendo di scendere tra la gente, nelle città, per le strade, all’interno delle università, nei luoghi di ritrovo delle famiglie, nelle stazioni, per essere il più possibile vicina ai propri utenti in un modo più familiare e visibile.
“Entrare all’interno del contesti cittadini è una delle priorità della strategia di comunicazione per il futuro e cerchiamo di raggiungere questo obiettivo iniziando con l’essere presenti in modo significativo nelle due principali città italiane – afferma Chiara Bonifazi, PR Manager di Kijiji.it – Stiamo già iniziando a mettere in campo una serie di iniziative che coinvolgeranno i nostri utenti e che andranno ad agire in chiave local”
Nelle prossime settimane Kijiji.it sarà presente in modo particolare a Milano e Roma con una serie di attività che cercheranno di agire sulla memorabilità e sull’awarness del brand: si potranno incontrare ragazze vestite come le protagoniste dello spot che faranno attività di promozione ed informazione; si potrà assistere ad iniziative di guerrilla marketing che simulano intervalli pubblicitari in contesti urbani; ci sarà una distribuzione di materiale informativo e gadget presso le università e i centri commerciali più importanti; verranno realizzati comunicazioni unconventional dedicate ai più giovani nei centri cittadini e nelle vie della movida; si presidieranno i treni della Lombardia con flyer informativi e promozionali, ecc.
“Durante quest’anno – continua Chiara Bonifazi – lavoreremo in modo particolare sul fronte della notorietà del brand con l’obiettivo di diventare top of mind per il nostro pubblico di riferimento. Grazie anche alle nuove categorie, Kijiji continuerà a semplificare la vita dei nostri utenti avvicinandoli al modello del connected commerce”.