Comunicazione, New media, Pubblicità 

07 aprile 2015 | 14:34

YouTube Kids nel mirino delle associazioni di consumatori Usa: pubblicità ingannevole

(ANSA) YouTube Kids, l’applicazione della popolare piattaforma di condivisione video di Google lanciata a febbraio e dedicata interamente ai bambini, è finita nel mirino di alcune associazioni di consumatori Usa che hanno scritto alla Federal Trade Commission chiedendole di investigare perché sospettano sul canale la presenza di “pubblicità sleale e ingannevole” rivolta ai più piccoli.

Susan Wojcicki, ceo di YouTube (foto Cnn.com)

‘Kids’ è stata lanciata da YouTube con l’intento di offrire ai più piccoli una piattaforma “più sicura” per la fruizione di video online, con contenuti ad hoc e su misura di famiglia. Tuttavia un gruppo di associazioni, come riportato dall’AP, afferma che l’applicazione è talmente piena di inserzioni e di pubblicità sotto forma di “product placement” (l’inserimento di prodotti a fini commerciali in filmati di altra natura) che è difficile capire la differenza tra intrattenimento e contenuti promozionali. Un esempio citato dagli attivisti è quello di personaggi di popolari cartoon, come Frozen, che diventano protagonisti di veri e propri spot. Insomma, secondo le associazioni firmatarie – una decina, fra cui Children Now, Consumer Federation of America, Consumer Watchdog – nei video compaiono contenuti pubblicitari che non sarebbero consentiti sulla tv. YouTube ha risposto con una nota in cui sottolinea che nello sviluppo dell’app Kids ha lavorato insieme a partner e associazioni di difesa dell’infanzia e della privacy, ma di essere comunque sempre “aperta” a feedback e a suggerimenti per migliorare l’app. (ANSA)